Conto Base Zero: è davvero il miglior conto corrente per te?

  • Confronta gratis Banca Marche con le migliori banche
  • Scopri il conto corrente più conveniente
  • Richiedi online senza impegno

Conto corrente Conto Base Zero di Banca Marche: scheda on line

Scopri cosa pensa la community:
Conto Base Zero di Banca Marche: è davvero il migliore per te? | SuperMoney 5,00 su 5 in base a 1 valutazioni. 1 recensioni.
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Banca Marche è stata posta in liquidazione coatta il 22 novembre 2015

A seguito della svalutazione totale delle obbligazioni subordinate dei clienti, il deficit di bilancio di Banca Marche è stato in parte risanato, permettendo così la nascita della Nuova Banca Marche. Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare la nostra scheda online di Banca Marche o gli ultimi aggiornamenti sul fallimento di Banca Marche sul nostro magazine online.

 

Conto Base Zero di Banca Marche

Nella gamma di conti correnti di Banca Marche, Conto Base Zero è la formula a zero canone, indicata per chi gestisce le proprie somme principalmente attraverso il web.

Conto Base Zero, infatti, non prevede costi di gestione: tutte le operazioni (bonifici, pagamenti, ricariche, domiciliazioni RID) sono gratuite se effettuate tramite internet banking. Sul portale Self Bank di Banca Marche è possibile anche consultare gratuitamente l'estratto conto e monitorare tutti i movimenti del proprio profilo bancario. Il titolare di Conto Base Zero sarà inoltre dotato di una carta bancomat valida anche all'estero.

Confronta Conto Base Zero con le migliori tariffe sul mercato »

Tra i servizi aggiuntivi che possono essere abbinati a Conto Base Zero a fronte del pagamento di un canone, ci sono la carta di credito CartaSì Base e la carta prepagata Shop&Go, utile per gli acquisti online.

I correntisti titolari di Conto Base Zero possono richiedere anche l'apertura dello scoperto e il carnet degli assegni, previa valutazione e approvazione del profilo creditizio dell'utente da parte di Banca Marche.

L'operatore

Con un deficit di oltre 800 milioni di euro e ormai sull’orlo del fallimento, Banca Marche è stata salvata dal Governo grazie al Decreto Salva Banche, entrato in vigore il 23 novembre 2015. La svalutazione delle obbligazioni subordinate dei clienti ha permesso di sanare parte del buco di bilancio, ponendo le basi per la nascita della Nuova Banca Marche. I crediti deteriorati sono invece confluiti in una cosiddetta bad bank (cattiva banca), una banca contenitore che ha l’unica funzione di cercare di vendere i prestiti di difficile esigibilità a operatori specializzati, ma che non può assolutamente svolgere nessuna delle altre attività tipiche di un istituto di credito tradizionale.

leggi tutte le informazioni su Banca Marche

Banca Marche: schede prodotto

Leggi tutti i commenti


io ce l'ho e non pago più niente per il canone! poi gestire tutto online è comodissimo!
26-nov-2012
Il tuo voto5