Un nuovo passo verso la trasparenza ed il risparmio nel settore Bancario, a cui anche Supermoney sta dedicando crescente attenzione: il 10 Settembre sono state emanate da Banca D'Italia le nuove "Disposizioni sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari".

Il testo emanato da Bankitalia introduce e rafforza i cardini della trasparenza di cui gli Istituti di Credito dovranno tener conto sia per i conti correnti, sia per gli altri prodotti distribuiti (tra cui mutui, prestiti personali, carte di credito, conti di deposito, polizze assicurative).

Quattro i punti chiave delle disposizioni dell'Organo di Vigilanza:
1. Adozione di un linguaggio diretto e comprensibile
2. Introduzione dell'indicatore sintetico di costo anche per i conti correnti
3. Inserimento (facoltativo) nell'offerta prodotti di un conto corrente semplice "da discount" per chi vuole risparmiare ed avere pochi servizi
4. Indicazione nell'estratto conto della possibilità di trovare offerte migliori su internet o presso la Filiale

Linguaggio diretto e comprensibile - Lo schema tipo messo a punto è molto chiaro: testi semplici, frasi brevi, titoli e sottotitoli, tabelle, uso del grassetto, e divieto di usare caratteri troppo piccoli per "nascondere" informazioni importanti. In più un glossario per spiegare il significato dei termini tecnici di uso più comone. Il tutto su modelli standard, in modo da consentire un'effettiva verifica delle offerte dei diversi istituti: i documenti debbono essere scritti per chi li legge e non per mettersi in regola con gli obblighi di trasparenza.

Per confrontare i costi il debutta l'Indicatore sintetico di costo - Così come per i mutui e il credito al consumo deve essere pubblicizzato il Taeg, ossia il tasso annuo effettivo, per gli scoperti sul conto corrente arriva l'Isc, un nuovo indicatore sintetico di costo. Un importante passo avanti verso la trasparenza proprio in uno degli ambiti dove Supermoney sta concentrando la propria attenzione.

Arriva il conto semplice con costi da discount - La Banca d'Italia propone anche il "Conto corrente semplice", ossia un contratto disegnato sulle esigenze di base dei consumatori che consente di usufruire, a fronte del pagamento di un canone annuo fisso, di un conto corrente che prevede un numero determinato di operazioni e di servizi di base.

L'estratto conto con avviso a trovare offerte migliori - Sull'estratto conto annuale le banche sono tenute a riportare in modo chiaro, alla fine del riepilogo, la frase seguente: "Può confrontare il totale delle spese sostenute nell'anno con i costi orientativi per i clienti tipo riportati nel riquadro 'Quanto costa il conto corrente' del documento di sintesi allegato. Una differenza significativa può voler dire che questo conto forse oggi non è il più adatto alle sue esigenze; i motivi possono essere molti. In ogni caso, può andare in banca o su internet per verificare se ci sono offerte più convenienti per lei".

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.