Conto corrente a confronto, una missione tradizionalmente complessa che oggi si prospetta facilmente realizzabile grazie alla proposta BankItalia: 'conto corrente semplice'.
Di cosa si tratta? Un'applicazione della normativa che vigila sulla trasparenza dei servizi bancari e finanziari e incentiva il confronto tra il conto corrente offerto da ciascun istituto, mirando al miglior rapporto qualità-prezzo.


La Banca d'Italia ha di recente completato il quadro di regole per rispondere tempestivamente alle norme sulla trasparenza: un provvedimento, firmato il 27 novembre dal direttore generale Fabrizio Saccomanni, oggettivato con il conto corrente semplice, che permette al cliente, a fronte di un canone annuo fisso, di usufruire di un prodotto finanziario che assicuri un numero determinato di operazioni e di servizi, stabilito sulla base di un accordo tra l'Abi e la maggioranza delle associazioni dei consumatori.

Sempre indispensabile, però, il confronto nella scelta di un conto corrente: per identificare il prodotto bancario disegnato sulle esigenze finanziarie di base dei consumatori e per non rischiare di tralasciare le caratteristiche che garantiscono la natura di un conto corrente semplice, scelto solo dopo un attento confronto tra le condizioni economiche dei diversi intermediari.

Bankitalia è estremamente precisa sul punto: le banche dovranno includere nel conto corrente semplice esclusivamente la tipologia di servizi e il numero di operazioni indicati nell'elenco dell'accordo, al fine di consentire ai consumatori un agevole confronto, a parità di servizi offerti, tra i canoni richiesti. Il cliente potrà quindi effettuare un agevole confronto del conto corrente di un istituto rispetto a quello offerto da un altro, venendo a conoscenza in modo semplice e senza oneri del numero di operazioni spettanti o effettuate e ricevendo gratuitamente e in tempo utile tutte le comunicazioni inerenti l'applicazione di potenziali modifiche unilaterali al contratto di 'conto corrente semplice'.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.