Come investire a breve termine? Come scegliere il conto deposito più vantaggioso? Tramite confronto personalizzato, mirato alle prospettive di rendimento considerando propensioni al rischio e capitale disponibile.

Per supportare la scelta più indicata alle esigenze personali di ogni potenziale investitore può rivelarsi utile focalizzare l'attenzione sul confronto tra conti deposito e prospettive di guadagno rispettivamente correlate.

Tra differenti conti deposito, interessante il confronto tra caratteristiche e risultati economici della proposta di CheBanca! con le operazioni di pronto contro termine a otto mesi, con rendimento al 2,36% netto annuo, per i sottoscrittori a 8 mesi che prevedano poi il rinnovo per ulteriori 4 mesi. Nell'escalation del confronto tra strumenti di liquidità buon posizionamento per i rendimenti di Conto deposito Rendimax di Banca Ifis vincolato a 12 mesi che, appena scaduta la promozione del 3,25% lordo, da oggi, 9 febbraio 2010, prevede per i titolari tasso al 2,19% netto.

Prospettive di guadagno interessanti anche per il conto vincolato di Santander, fermo restando l'obbligo correlato all'imposta di bollo di 34, 2 euro, per il Conto Arancio di ING Direct, con rendimenti all'1,31%, e per il conto deposito WeBank vincolato a 12 mesi al 2,5% lordo che, tassato al 27% come ogni conto deposito, rende l'1,83% netto.

Fanalino di coda nella classifica di rendimento per i piccoli investimenti di capitale si rivelano i pronti conto termine SuperSave di Fineco con un netto dello 0,80%. Per scegliere il prodotto finanziario più adatto alle proprie prospettive di guadagno, non resta che affidarsi al confronto mirato tra conti deposito attivi e produttivi sul mercato attuale.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.