Conti correnti sempre più vicini alle esigenze del cliente, le banche si sfidano a colpi di sconti e agevolazioni ma fanno capolino nuovi istituti nel settore. Basta guardarsi intorno per rendersi conto che oggi è un vero proliferare di nuove opportunità.

Per quanto riguarda i conti correnti sono state recepite finalmente le Direttive dell'Unione Europea, regole connesse ai servizi di pagamento e non solo. In questo modo le banche e le poste smetteranno di godere del monopolio quasi assoluto che avevano sulle operazioni di pagamento e cessione del denaro, lasciando un po' di spazio ai grandi gruppi distributivi che sono pronti a lanciarsi nella nuova avventura. I conti correnti potranno essere aperti presso questi istituti, naturalmente controllati dalla Banca d'Italia, che avranno in essere tutte le funzioni delle banche tradizionali.

Le possibilità offerte sono varie: si potrà pagare, prelevare, accreditare stipendi e pensioni, domiciliare le bollette e ricaricare carte prepagate e cellulari. Il cliente non potrà usufruire di interessi specifici ma potrà godere di sconti di vario tipo, maturati come se fossero una tessera punti. Tra gli operatori in prima linea ci sono Coop e Carrefour presso i quali potranno essere aperti conti correnti di vario genere. La strada è stata spianata, non rimane che attendere il varo del primo conto corrente al supermercato.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.