Conti correnti di nuova generazione. Dal primo marzo potranno essere aperti nuovi conti correnti anche al supermercato. Arrivano anche da noi le nuove regole per i pagamenti, decise dall'UE.

Cadono così i monopoli delle banche e delle poste sui conti correnti ed entrano nel mercato anche i gruppi telefonici e i gruppi della grande distribuzione. Si chiameranno Istituti di Pagamento, così ha deciso la Banca d'Italia, sono una via di mezzo tra la banca e altro. Presso questi Istituti si potranno aprire conti di pagamento, che sono diversi dai conti correnti ma permetteranno di effettuare le stesse operazioni di un normale conto corrente; prelevare, versare, domiciliare le bollette, mandare soldi all'estero.

Non sono previsti tassi d'interesse e i conti correnti verranno alimentati attraverso versamenti, stipendi e pensoni. Potranno anche concedere prestiti personali ma solo per piccoli acquisti e restituiti entro 12 mesi. Carrefour e Coop sono già pronti a partire, dopo la telefonia anche i conti correnti. Chi vorrà partecipare dovrà essere iscritto ad un albo, separando la propria normale attività da quella di intermediazione bancaria e verranno sottoposti a severi controlli e alla vigilanza di Bankitalia. Tutto dovrà essere basato sul principio della tutela del consumatore.

Insomma il conto corrente avrà un nuovo volto grazie a questo provvedimento. La normativa è stata appena approvata quindi, per ora non sarà facile reperire maggiori informazioni a tal proposito ma senza dubbio se questa cosa prenderà piede ne sentiremo presto parlare.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.