Il timore di perdere i propri risparmi spesso spinge le famiglie a non fare la scelta più remunerativa ma senza rischi. Per questo e altri motivi molti tengono parcheggiati i loro soldi sul conto corrente. In questo modo il rendimento è praticamente zero, anzi il cliente si vedrà scalare i propri soldi per le spese di gestione del conto.
Esistono alternative valide al conto corrente che permettono di guadagnare qualche euro: i conti deposito. Sono una sorta di obbligazioni proposte dalle banche, rendono poco ma permettono di lasciare in gicenza il proprio capitale per vari anni.
Se si pensa che anche i vecchi cari Titoli di Stato ad oggi rendono lo 0,5%, tentare la strada dei conti di deposito potrebbe essere un modo semplice e veloce per parcheggiare il proprio capitale. I tassi d'interesse applicati alla maggior parte dei conti deposito presenti attualmente sul mercato non superano la soglia del 2%. I tassi dei conti correnti non arrivano nemmeno all'1%.
Inoltre molti conti di deposito permettono di effettuare movimenti come un normale conto corrente ma senza spese. Naturalmente lo scopo primo di un conto deposito non è fare le scarpe ai conti correnti ma essere uno strumento che permetta di guadagnare lasciando in giacenza il proprio capitale. Scegliere un conto deposito confrontandolo tra molti di quelli presenti sul mercato, potrebbe essere un modo per trovare il prodotto più adatto alle proprie esigenze.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.