La situazione economica mondiale accenna dei piccoli miglioramenti anche se per vedere di nuovo il sole sarà necessario attendere ancora un po' di tempo. A questo punto per le famiglie italiane si pone il problema di decidere come investire i propri risparmi. Le possibilità offerte dal mercato bancario e non sono molte ma senza dubbio la più remunerativa e sicura sono è rappresentata dai conti deposito.
Tenere i risparmi sul conto corrente non conviene, i rendimenti sono miseri se non addirittura nulli, chi sottoscrive i Titoli di Stato a breve termine come i Bot deve accontentarsi di rendimenti molto bassi. I conti deposito offrono interessi più elevati ( anche se non di moltissimo ) sia dei conti correnti che dei bot o dei titoli di Stato. In più i costi di gestione sono davvero ridotti all'osso. In alcune banche ad esempio, i costi di apertura e di di chiusura del conto sono gratuiti e spesso l'imposta di bollo è a carico della banca concessionaria.
In sostanza il conto di deposito si appoggia ad un conto corrente dal quale e al quale il cliente può trasferire il proprio capitale come preferisce. Inoltre ha la garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che permette di tenere sempre controllato il proprio capitale e in caso di impossibilità da parte della banca di restituirlo provvede a ridare il denaro al cliente stesso.
Solitamente non è previsto un investimento minimo, i risparmiatori che hanno denaro e non vogliono vincolarlo in obbligazioni o altri investimenti, ma nello stesso tempo vogliono farlo crescere possono usufruire di questo sistema d'investimento molto diffuso nel resto d' Europa.
Naturalmente il conto deposito vincolato per un determinato numero di mesi offre un rendimento maggiore. E' importante prestare molta attenzione alle proposte promozionali a termine ( che offrono tassi vantaggiosi solo per un breve periodo ) e informarsi sui singoli prodotti, ricercando quello che più si avvicina alle proprie esigenze.
La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.