Gli italiani investono a breve termine i loro risparmi nella speranza di ottenere un guadagno quanto meno interessante. La voglia di investire degli italiani non tramonta nemmeno oggi che la crisi incalza e i mercati internazionali collassano.

I conti deposito online si combattono a colpi di tassi d'interesse essendo l'unica valida alternativa ai conti correnti. Anche perché il mercato italiano non offre grandi alternative a riguardo, soprattutto remunerative come i conti deposito. La guerra è iniziata e per accaparrarsi clienti, le banche e le concessionarie, offrono tassi promozionali fino al 2% netto per brevi o brevissimi periodi.

Secondo la Banca d'Italia, oltre 1140 miliardi di ricchezza familiare sono liquidi. La metà di questa cifra è parcheggiata in conti correnti tradizionali e non; l'altra metà è parcheggiata in conti deposito e pronti contro termine. La verità e che attualmente, sulle scadenze brevi, i conti online rendono maggiormente rispetto ai bot, alcuni addirittura rendono quattro volte di più. Sulle scadenze più lunghe ( 12 mesi ), senza promozioni e senza vincoli la convenienza dei conti deposito rispetto ai bot scende notevolmente. Insomma prima di investire/depositare il proprio denaro è bene valutare la reale convenienza dell'uno o dell'altro.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.