Da quando non è più di moda tenere i soldi sotto il materasso, il conto corrente è uno dei prodotti bancari preferiti dagli italiani: nonostante le recenti polemiche su costi eccessivi e rincari frequenti , non da ultima la questione della 'tassa sul contante', sono davvero pochi i risparmiatori che rinunciano a tenere il proprio patrimonio al sicuro in banca, con la possibilità di accedervi in qualsiasi momento attraverso carte di credito, bancomat e home banking.

Non tutti i conti correnti sono uguali: online, tradizionali, trading, è importante scegliere quello più adatto alle proprie esigenze. Ancor più importante è cercare di risparmiare, selezionando le offerte più convenienti sul mercato. Attraverso il servizio di confronto conti corrente di SuperMoney abbiamo cercato i conti correnti migliori per tre profili di utenti.

Partiamo dal primo profilo, quello di una famiglia con un conto, con in media 10.000 mila euro, intestato al papà quarantenne che vi accredita lo stipendio, che utilizza i servizi di home banking sul web ma che qualche volta preferisce recarsi allo sportello della filiale. La scelta più conveniente è in questo caso il conto corrente Che Banca!: con un canone annuo di 12 euro e 34,2 euro di imposta di bollo (poco più di 46 euro all'anno) questo prodotto mette a disposizione tutti i servizi per operare sul conto, online e in banca, e garantisce un risparmio fino a 100 euro rispetto agli altri prodotti con le stesse caratteristiche.

Passiamo ora al giovane ventisettenne risparmiatore-internauta, che preferisce gestire i suoi soldi interamente online (con una operatività bassa), che accredita lo stipendio sul conto corrente e ha in media 3 mila euro depositati. Per questo profilo la scelta migliore è Conto Corrente Arancio di ING Direct, che ha costo zero e consente di risparmiare fino a 100 euro rispetto agli altri conti con le stesse caratteristiche.

Esistono poi conti correnti specifici per chi fa attività di trading online: chi opera in borsa, ha un patrimonio in titoli di circa 10 mila euro e altri 10 mila depositati sul conto (dove accredita anche lo stipendio) può affidarsi a Conto Corrente Fineco, che grazie agli interessi attivi pari all'1% circa consente di rientrare delle spese e ottenere un "guadagno" di 66 euro. Rispetto agli altri conti trading, Fineco garantisce un risparmio fino a 150 euro rispetto ai prodotti con le stesse caratteristiche.

Azzerare le spese del conto corrente è possibile: basta saper fare la scelta giusta e avvalersi di strumenti utili che aiutino ad orientarsi e ad avere una panoramica completa delle offerte, come fa il servizio di confronto conti correnti offerto da SuperMoney, che consente di comparare i conti tradzionali e online di 23 banche sulla base delle proprie esigenze.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'