Nei prossimi 12 mesi gli italiani contano di mettere da parte qualche soldo in più: registra infatti un lieve aumento la propensione al risparmio monitorata dall'Osservatorio Findomestic del mese di aprile. L'indagine evidenzia come, per il secondo mese di seguito, siano aumentate le persone che ritengono di poter accrescere i propri risparmi (probabilmente o sicuramente) nell'arco di un anno. Poco più di un italiano su due è fiducioso nella propria capacità di risparmiare: un dato superiore a quello registrato nell'aprile del 2010.

Il passo successivo al mettere da parte, però, è investire il patrimonio accumulato in modo reddizio, possibilmente senza troppo esporlo ai rischi del mercato. Un'ottima soluzione è rappresentata dai conti deposito, un prodotto-salvadanaio che consente di ottenere rendite elevate senza alcun pericolo di veder sfumare i propri soldi. I depositi sono infatti garantiti da un fondo di tutela interbancario che, in caso di fallimento della banca, rimborsa ogni cliente fino a 103 mila euro.

In questo periodo investire in un conto deposito è particolarmente conveniente grazie al recente aumento dei tassi di interesse, che sono passati dall'1 all'1,25%, incoraggiando molte banche a proporre vantaggiose promozioni: ING Direct, per esempio, garantisce il 3% ai nuovi clienti che scelgano Conto Arancio + con vincolo di 12 mesi entro il 15 giugno. Fino al 30 giugno c'è una promozione anche sul Conto Su IBL di IBL Banca, che per il nuovo vincolo a 24 mesi offre un tasso massimo del 3,75%. Sulle somme vincolate per 12 mesi, Webank offre ai nuovi clienti che aprano un conto entro il 15 luglio 2011 (e attivino la linea vincolata entro il 5 agosto) un rendimento del 3,5% lordo.

Con Supermoney, il portale per il confronto dei conti deposito, è possibile tenere d'occhio l'andamento dei prodotti delle principali banche e verificare in pochi click quali siano quelli che attualmente permettono di guadagnare di più.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.