Oggi è l' 85ª Giornata Mondiale del Risparmio. La celebrazione si è svolta tra le 10 e le 12.30 a Roma, presso il Palazzo della Cancelleria, in Piazza della Cancelleria 1. Titolo dell'edizione di quest'anno 'Risparmio ed economia reale: la fiducia riparte dai territori'. Tra gli intervenuti: Giulio Tremonti ministro dell'Economia e delle Finanze; Mario Draghi, governatore della Banca d'Italia; Giuseppe Guzzetti, presidente dell'Acri e Corrado Faissola, presidente dell'Abi.


Per l'occasione l'Acri, l'Associazione delle Casse di risparmio Spa e delle Fondazioni di origine bancaria, ha presentato un'indagine sugli Italiani e il risparmio, realizzata in collaborazione con Ipsos. Dall'indagine emergono diversi elementi interessanti, come ad esempio il fatto che gli italiani guardano al futuro con un ottimismo nuovo - risulta fiducioso il 55% degli italiani, contro il 34% del 2008 - e che più della metà della popolazione si dichiara soddisfatta della propria situazione economica (il 54% contro il 51% del 2008).


Sembra quindi che il pessimismo del 2007 e del 2008 sia sconfitto. L'ottimismo nasce anche da una rinnovata e ritrovata capacità di risparmio. È aumentato il numero di chi riesce a risparmiare, arrivato al 37% contro 34% del 2008. Il nord est è l'area in cui si concentra il maggior numero di famiglie oculate e previdenti, mentre si è registrato un aumento importante nel centro Italia dove la percentuale di risparmiatori è aumentata dal 30% del 2008 al 39% del 2009. Infine per la prima volta dal 2004 diminuisce il numero di coloro che consumano più del loro reddito, dal 27% del 2008 al 25% del 2009 - una famiglia su quattro quindi.


Gli italiani hanno da sempre una forte propensione al risparmio che è considerato infatti un elemento chiave dell'economia reale, dai dati risulta che l'87 % degli italiani vorrebbe risparmiare. A supporto di ciò anche il dato che evidenzia come la maggior parte degli italiani preferisca la liquidità, il 62% tiene o terrebbe risparmi liquidi e solo il 33% li investe o li investirebbe. In relazione al tema della odierna Giornata Mondiale del Risparmio, vale a dire la fiducia e la ripartenza dal territorio, bisogna evidenziare una risposta sostanzialmente positiva. Il 73% degli italiani si dichiara soddisfatto circa la qualità della vita sul proprio territorio, anche se le differenze da nord a sud ci sono. Al nord e al centro il numero di soddisfatti supera l'80% , mentre al Sud è del 50%, infine si evidenzia che maggiori sono le dimensioni dei centri abitati e minore è la soddisfazione.


Tra le iniziative legate alla Giornata Mondiale del Risparmio c'è quella di Cittadinanzattiva che per il quarto anno consecutivo promuove iniziative locali di informazione in tema di strumenti creditizi, educazione finanziaria di base e tutela del risparmio. Dal 31 ottobre al 5 novembre, in 15 città una rete civica di educatori finanziari - aderenti a Cittadinanzattiva e debitamente formati - si impegneranno in seminari gratuiti, stand nelle piazze e saranno a disposizione presso sportelli dedicati per distribuire materiale informativo, raccogliere segnalazioni e fornire assistenza.


Segnaliamo inoltre che Poste Italiane per l'occasione incontra le scuole con l'obiettivo di sensibilizzare i giovani al risparmio come investimento sul proprio futuro umano e professionale.

È chiaro che il tema del risparmio in un momento congiunturale così problematico assume una valenza importantissima e in molti casi anche il web può essere d'aiuto.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.