Nel grande calderone della manovra finanziaria i super favoriti sembrano essere i conti deposito, che sono esenti dal super bollo sui depositi titoli e in futuro potrebbero anche veder ridurre la tassazione sui rendimenti. Il nuovo scenario economico ha fornito alle banche l'occasione ideale per rilanciare il marketing dei conti deposito, per captare quei clienti in fase di migrazione da altre forme di investimento fortemente penalizzate dall'introduzione dell'imposta del super bollo.

Nel caso in cui in futuro venisse approvata l'aliquota unica al 20% sulle rendite finanziarie (il provvedimento è contenuto nel disegno di legge delega) i conti deposito riceverebbero un ulteriore slancio: questi prodotti attualmente sono infatti tassati al 27%. Al momento però i tempi per un'eventuale approvazione sono ancora lunghi, perché la legge delega deve passare attraverso i punti nevralgici del Parlamento che, nonostante la legiferazione prolifica dell'ultimo periodo, sembra affetta da un certo immobilismo.

Ad ogni modo, già allo stato attuale, il mercato dei conti deposito gode di una certa floridezza, favorita ulteriormente dal recente aumento dei tassi della BCE all'1,5%, che ha spinto molti istituti di credito a rivedere i rendimenti offerti al rialzo.

Su conti deposito con somme vincolate a 24 mesi, per esempio, è già possibile ottenere un rendimento fino al 4,04% annuo che, pari al 2,9% annuo netto. Nel caso in cui l'aliquota unica al 20% fosse approvata, il rendimento annuo netto si alzerebbe al 3,23%. Si tratta di un tasso di tutto rispetto: considerato che l'inflazione al momento si attesta intorno al 2,7%, se la tassazione dovesse scendere al 20% il rendimento reale netto resterebbe comunque positivo dello 0,5% su base annua.

Le banche proveranno anche ad accattivarsi le tasche degli italiani attraverso il FITD, Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, ente che si fa garante delle cifre depositate dai risparmiatori sino ad un massimo di 100 mila euro per ogni conto deposito e che offre quindi una certa sicurezza su questo tipo di investimento. Attraverso SuperMoney, il portale per il confronto dei conti deposito, è possibile monitorare i rendimenti dei depositi offerti dalle principali banche: al momento, tra i conti deposito più convenienti sul mercato ci sono ContosuIBL di IBL Banca, Eurodeposit di Privat Bank, InMediolanum di Banca Mediolanum, conto deposito di CheBanca! e Conto Arancio offerto da ING Direct.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'