La manovra finanziaria 2011, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale lo scorso 6 luglio, contiene importanti novità per i risparmiatori italiani , che dovranno prendere in mano le calcolatrici e rifare i conti per capire in che modo investire i propri soldi in modo redditizio. La nota più dolente riguarda i depositi titoli, cui sarà applicato un "super bollo". Buone notizie invece per i conti correnti e i depositi online: la tassazione su questi prodotti è infatti destinata a diminuire.

Il provvedimento prevede un'aliquota un'unica al 20% su tutte le rendite da capitale. Da una parte, dunque, aumenterà il prelievo su azioni, obbligazioni, fondi comuni di investimento, Etf, certificati di investimento, pronti contro termine, buoni postali fruttiferi, tutti prodotti che dal 12,5% dovrebbero passare al 20%. Per contro, la tassazione sui conti correnti e sui depositi online dovrebbe scendere dal 27% al 20%: questo significa che i risparmi depositati in questo modo saranno meno gravati dalla pressione fiscale e di conseguenza più redditizi.

L'unica eccezione all'aliquota unica, al momento, è prevista per i titoli di Stato, che resteranno tassati al 12,5%. Il disegno di legge delega lascia intravedere la possibilità di sconti e agevolazioni (rispetto alla soglia del 20%) anche sui fondi pensione e su piani di risparmio a lungo termine "appositamente istituiti". In questo modo si potrebbe favorire, come già avviene in Francia e Inghilterra, la nascita di conti appositi su cui depositare fondi e titoli con un impegno a lungo termine (oltre 5 anni), in cambio di una tassazione agevolata.

Se queste novità troveranno conferma nei prossimi mesi, potrebbe crescere l'interesse degli italiani verso prodotti come i conti correnti e i conti deposito. Per tenere monitorata l'offerta di questi prodotti è possibili utilizzare SuperMoney, che permette di confrontare le offerte di conti deposito e di conti correnti di numerose banche e di scegliere quella più redditizia e più adatta alle proprie esigenze.

Vediamo per esempio quali sono i conti correnti migliori se vogliamo depositare 10 mila euro su un conto corrente online (per un profilo che abbia operatività media e che accrediti lo stipendio sul conto): al numero uno c'è Conto Corrente Fineco, che ha un tasso di interesse attivo dell'1,16% (Euribor a un mese meno uno spread dello 0,25%) e permette di guadagnare 82 euro all'anno. Al secondo posto per convenienza c'è Conto Arancio di ING Direct, che ha costo zero.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.