Mare piatto, acque limpide, sole e tanto divertimento. Tutti sognano una vacanza così; anche i croceristi che hanno pagato il proprio viaggio accreditando la somma su conti correnti falsi.

Il periodo estivo è sinonimo di relax, ma spesso, le persone che decidono di affidarsi a internet oppure a fantomatiche agenzie turistiche per organizzare il proprio viaggio - sperando in un risparmio di energia e denaro - incappano in truffe ben celate dietro proposte allettanti.

L'ultimo "bidone last minute" ha coinvolto decine di viaggiatori in partenza per mete esotiche sulle navi di Costa Crociere e MSC. Il malfattore in questione aveva creato un ingegnoso sistema con cui dirottare i soldi destinati ai conti correnti delle compagnie sul proprio. Le crociere low cost venivano vendute a prezzi stracciati dall'agenzia del truffatore: l'uomo adescava i clienti con il passaparola che, in realtà, pensavano di essersi messi in contatto con un agente autorizzato.

L'uomo mostrava regolarmente brochure e depliant, illustrava le mete disponibili e faceva depositare i soldi su un conto corrente con un numero simile a quello reale intestato alle Compagnie. Il giorno dell'imbarco si presentava regolarmente sul molo di Civitavecchia, consegnava la documentazione - naturalmente falsificata - e accompagnava i croceristi fino alla nave. Gli addetti all'imbarco controllavano le ricevute - che sembravano in regola - e tutto procedeva regolarmente.

Al rientro, gli ignari viaggiatori decantavano con entusiasmo la vacanza, e la truffa ricominciava con nuovi clienti. Gli uffici amministrativi Costa crociere e Msc hanno già calcolato 32 viaggiatori "abusivi", a un prezzo medio che oscilla dai 2 ai 3 mila euro, ma le reali proporzioni della truffa sono di gran lunga più vaste.

Le due compagnie truffate si sono rese conto dell'imbroglio con molto ritardo, quando i riscontri sul conto corrente hanno mostrato sostanziali discrepanze tra il numero dei croceristi e le somme versate. Il truffatore latitante, che ha ingannato le compagnie prendendo l'idea dai metodi di pagamento - carta di credito, bonifico bancario e versamento su conto corrente postale - presenti sui loro siti, ora si trova in crociera, la terza, ma al suo ritorno lo attende una denuncia a piede libero per truffa.

Per tutelarsi da truffe di vario genere e scegliere il conto corrente più adatto alle proprie esigenze, i consumatori possono avvalersi del servizio di confronto conti on line offerto da SuperMoney, il portale che consente di scegliere tra le proposte di molti istituti il conto corrente più adatto alle proprie esigenze.

Ipotizzando di voler aprire un conto corrente con un saldo attivo di 1.500 euro, un profilo di operatività media e accredito dello stipendio sul conto, la scelta migliore, a costo zero, sarebbe conto arancio di ING Direct (imposta di bollo a carico della banca per i clienti che accreditano lo stipendio o hanno un saldo medio minimo di 3 mila euro). Al secondo posto troviamo conto corrente Fineco, conto on line a 17,9 euro l'anno (Euribor un mese meno spread dello 0,25%). Chi, invece, vuole affidarsi ad una banca che consenta di gestire i propri soldi sia con conto on line sia in filiale, può scegliere Conto CheBanca!, a 46 euro annui. Altri conti correnti interessanti, nell'ambito dei conti on line sono: IWBank e Conto Corrente Webank, entrambi a 34,2 euro.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.