La "tempesta economica" continua a flagellare l'Italia, e preoccupa i risparmiatori che stanno custodendo i propri risparmi sul conto corrente.

Niente paura. Tutti gli istituti bancari italiani aderiscono al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD), che garantisce ogni titolare di conto corrente (la garanzia è valida anche su conti deposito, assegni circolari e certificati di deposito) fino ad un massimo di 100 mila euro.

In caso di fallimento della banca, il cliente non dovrà inviare alcuna richiesta di rimborso esplicita: il FIDT si preoccuperà di contattare direttamente ogni depositante provvedendo al rimborso entro 20 giorni lavorativi dalla data in cui si producono gli effetti del provvedimento di liquidazione coatta dell'istituto di credito che, in casi eccezionali, possono essere prorogati dalla Banca d'Italia di altri 10 giorni.

La copertura offerta del FIDT, inoltre, assicura i singoli depositanti: questo significa che, in caso di conti correnti cointestati, la garanzia del Fondo aumenta fino a 100 mila euro per ogni depositante, a condizione che i titolari del conto corrente cointestato non abbiano altri conti correnti aperti nello stesso istituto. Per i clienti che possiedono più di un conto corrente presso la stessa banca, il rimborso massimo previsto non potrà superare i 100 mila euro complessivi.

Proprio per questo motivo, per gli utenti che dispongono di liquidità per un valore superiore ai 100 mila euro, è più conveniente suddividere i risparmi su conti correnti di banche diverse, così da poter usufruire di una copertura maggiore. Il Fondo Interbancario di Tutela tratta in egual modo sia i titolari di conti correnti tradizionali sia i possessori di conto corrente on line.

In merito agli istituti di credito stranieri, sono obbligate ad aderire al FIDT le filiali di banche extracomunitarie attive in Italia; mentre le filiali delle banche comunitarie possono aderirvi volontariamente.

Il risparmiatore, dopo la certezza di una garanzia sul proprio "gruzzolo", potrà scegliere con maggiore serenità il conto corrente al quale affidare il denaro, selezionando il prodotto di risparmio più in linea con le proprie necessità.

Le offerte di conti correnti presenti sul mercato sono numerose: per scegliere il prodotto migliore a cui affidare i propri soldi, l'utente può avere una panoramica dei migliori conti correnti disponibili grazie al servizio di confronto conti on line offerto da SuperMoney, il portale che consente di scegliere tra le proposte di molti istituti di credito il conto corrente più adatto ad ogni esigenza.

Ecco le soluzioni più vantaggiose per un trentenne che decide di aprire un conto on line di 5 mila euro, con accredito sullo stipendio. Al primo posto c'è Conto Fineco, che offre un tasso di interesse attivo dell'1,10% (Euribor un mese meno spread dello 0,25%) che azzera i costi e permette di ottenere circa 20 euro all'anno; il numero due è conto arancio di ING Direct, che ha costo zero (l'imposta di bollo è a carico dalla banca per chi accredita lo stipendio sul conto o ha un saldo medio di almeno 3 mila euro).

Altre offerte convenienti sono Conto IWBank e Conto Webank, per i quali si paga soltanto l'imposta di bollo di 34 euro. Chi preferisce un conto corrente che consenta di operare sia tramite internet sia in filiale può scegliere Conto CheBanca!, che al costo di 46 euro all'anno permette di gestire i propri soldi via web e allo sportello.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.