"La crisi scoppiata nel 2008 preoccupa, e a ragion veduta, i risparmiatori italiani. Le famiglie e le imprese che hanno ancora liquidità dovrebbero chiudere le posizioni debitorie in essere, senza aprirne di nuove", con queste parole, Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di SuperMoney, suggerisce le mosse per sopravvivere ad una situazione finanziaria ancora instabile. "Un investimento sicuro, per chi ha da parte piccole somme e non vuole rischiare perdite di capitale - prosegue Manfredi - è rappresentato dai conti deposito. Questo strumento finanziario, con scadenze a due anni, paga più di un bot con i medesimi limiti temporali".

A far data dal 1°gennaio 2012, i conti deposito saranno ancora più convenienti. Grazie alla manovra finanziaria approvata dalla Camera, è stato previsto un taglio della ritenuta fiscale sugli interessi maturati. La riduzione, che dal 27% passerà al 20%, si pensa potrà attirare sempre più clienti, attratti da un prodotto di risparmio sicuro e facilmente gestibile.

Il punto è chiaro: allo stato attuale delle cose è necessario agire con prudenza, mirando a consolidare invece di sperperare. Inoltre, il conto deposito è un investimento a basso rischio, essendo un deposito a risparmio è garantito dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) che tutela i depositanti delle banche italiane sino ad un massimo di 100 mila euro per ogni singolo depositante.

"Il pericolo di un possibile fallimento del Fondo è pressoché nullo. Qualora dovesse verificarsi una simile situazione, saremmo di fronte ad un crollo totale della moneta", ha commentato l'AD di SuperMoney. Sebbene il conto deposito sia esente dagli alti indici di rischio che caratterizzano altri prodotti, prima di aprirne uno è bene valutare con cura le offerte presenti sul mercato, ed è proprio grazie alla cultura del confronto che negli ultimi sei mesi è esploso il trend della comparazione on line: un metodo utile per selezionare in modo consapevole il prodotto più adatto.

SuperMoney, il portale che offre un servizio di confronto conti deposito, aiuta il cliente a confrontare alcune proposte presenti sul mercato, tra cui: YouBanking, la nuova offerta che nasce da Banco Popolare; conto arancio, il conto deposito non vincolato di ING Direct con cui è possibile far fruttare la propria liquidità; Conto Deposito CheBanca!, prodotto che custodisce le somme del cliente per 3, 6 o 12 mesi; e molti altri.