Sui conti correnti con piccole giacenze non si pagherà l'imposta di bollo, per le aziende questa tassa sarà più cara, mentre per tutti i conti correnti appartenenti a persone fisiche con più di 5000 euro l'anno rimane il pagamento dell'imposta di bollo attuale di 34,2 euro. Queste sono le novità riguardo ai conti correnti contenute negli emendamenti al testo della manovra su cui il Governo oggi porrà la fiducia.

La nuova versione dell'articolo 19 prevede alcuni cambiamenti riguardo la materia dell'imposta di bollo, che vanno incontro in particolar modo ai piccoli correntisti: l'imposta di bollo di 34,2 euro viene infatti abolita sui conti correnti e libretti fino a 5000 euro, sopra questa somma rimane il bollo di 34,2 euro per le persone fisiche intestatarie dei conti, mentre per le persone diverse da quelle fisiche (cioè le aziende) il bollo dei conti correnti viene elevato da 73,8 euro a 100 euro.

Con queste novità la manovra si presenta come più equa e cerca di far pagare meno i piccoli correntisti per non gravare ulteriormente sulle famiglie e sulle persone con pensioni minime o sociali, che quindi possono tirare un sospiro di sollievo. L'abolizione del bollo per le giacenze inferiori a 5000 euro vuole essere un modo per venire incontro a tutti coloro, come i pensionati ad esempio, che dovranno aprire un conto corrente nei prossimi mesi perché, come previsto dalle norme sulla tracciabilità dei pagamenti, le pensioni sopra i 500 euro verranno pagate non più in contanti, ma attraverso bonifici bancari. Per tutte le fasce svantaggiate, quindi l'abolizione del bollo si aggiunge agli accordi che il Governo in questi giorni sta prendendo con l'Abi per concedere l'apertura di un conto corrente a zero spese per i meno abbienti.

Per le famiglie e tutti coloro che hanno giacenze superiori ai 5000 euro, il costo del bollo rimarrà invariato a quello attuale, senza quindi subire aumenti proporzionali come è previsto invece per altri strumenti e prodotti finanziari. Per chi dovrà aprire un conto corrente nei prossimi mesi può essere molto utile consultare il servizio di comparazione di SuperMoney che permette di confrontare, valutare e scegliere tra le proposte di conti correnti tradizionali o conti on line di numerose banche.