SuperMoney
NUMERO VERDE 800 032424

Conti correnti: più controlli col redditometro

-

Con il redditometro il fisco potrà vedere se le somme depositate sui conti correnti corrispondono agli acquisti che si effettuano. Alcuni consigli per chi è "pu

immagini

Conti correnti: il controllo del Fisco Conti correnti: Fisco. Foto: freedigitalphotos

Da gennaio l’Agenzia delle Entrate potrà tenere d'occhio le spese di tutti gli italiani, controllando i conti correnti bancari: una novità che porterà un po’ tutti a stare più attenti agli acquisti di una certe entità. Tra le nuove norme sulla lotta contro l’evasione fiscale, l’Agenzia delle entrate ha previsto infatti l’utilizzo di un “redditometro”, uno strumento con cui verrà stimato il reddito dei cittadini in base al loro stile di vita. Attraverso il redditometro il Fisco potrà controllare le spese effettuate da ciascuno e, in relazione a queste, inserire i cittadini nelle categorie di contribuenti cui dovrebbero appartenere.

Chi decide di fare regali importanti ai propri figli o ai propri parenti, per esempio aiutandoli nell'acquisto di una macchina o di una casa, dovrà stare attento ai calcoli del redditometro, che potrebbe inserire erroneamente i beneficiari di questi regali all’interno di categorie di contribuzione più elevate rispetto a quella reale di appartenenza. Questo accade perché il redditometro calcola il reddito in rapporto al volume degli acquisti che risultano effettivamente a loro carico, a meno che non si sia in grado di giustificare da dove provenga il denaro che non risulta dai propri guadagni.

Il redditometro ha l’obiettivo di rilevare le anomalie degli acquisti rispetto alle somme depositate nei conti correnti delle persone: la trasparenza dei suoi calcoli però, potrebbe portare a segnalare anche chi non evade il Fisco, ma semplicemente è beneficiario di qualche aiuto economico di parenti o amici. Quindi, chi non ha nulla da temere rispetto ai controlli del Fisco sul suo conto corrente deve premurarsi di poter dimostrare di non essere un evasore. Per questo è necessario conservare gli estratti conto e i bonifici delle operazioni che avvengono sui propri conti correnti, per evitare di essere inseriti in una categoria di contribuenti più alta della propria.

Attraverso il redditometro e tutte le altre norme sulla tracciabilità dei pagamenti, che dovrebbe eliminare i pagamenti in contanti di somme superiori ai mille euro, le operazioni che avvengono sui conti correnti potranno essere sempre più controllate, con un buon risultato, si spera, nella lotta all’evasione.

Per chi volesse aprire un conto corrente e non conoscesse bene il mercato, il servizio di confronto conti on line di SuperMoney può essere molto utile per valutare le diverse offerte di conti correnti che le banche propongono e per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze. 

TAG conto corrente on line , estratto conto

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento