In questi giorni il tema dell'importanza e dell'attendibilità dei giudizi delle agenzie di credit rating è tornato a farsi sentire. Dopo il doppio verdetto negativo dell'agenzia di rating americana Standard & Poor's, che prima ha declassato molti Paesi dell'Eurozona, tra cui l'Italia, e poi anche alcune aziende degli stessi Paesi, la domanda che preoccupa molti investitori riguarda il mercato del Forex. I credit ratings, dunque, possono influenzare il Forex?

Essendo il Forex un mercato finanziario che si basa sulle oscillazioni tra le valute, in cui gli scambi tra Euro e Dollaro e Euro (EUR/USD) sono tra i più diffusi, è normale che gli investitori guardino anche alle valutazioni delle agenzie di rating per cercare di comprendere le ripercussioni che queste possono avere sul mercato.

I traders stanno attenti ai giudizi delle tre maggiori agenzie di rating (Standard & Poor's, Moody's e Fitch Ratings) per valutare la capacità di un emittente di ripagare un prestito. All'interno del Forex, i credit ratings riguardano in particolar modo il debito sovrano degli Stati o le obbligazioni che vengono emesse dai governi per finanziare la crescita economica. Per quanto riguarda il Forex, ciò che appare evidente è il fatto che i Paesi con un tasso di cambio abbastanza instabile e una limitata crescita economica, sono anche quelli che hanno un credit rating piuttosto basso. Questi Stati, infatti, presentano un rischio aggiuntivo, cioè quello di non essere in grado di ripagare i loro investitori, per cui devono pagare di più rispetto ai Paesi con livello di rating migliore per prendere in prestito la stessa quantità di denaro dai mercati.

Il Forex quindi può essere influenzato dalle valutazioni delle agenzie di rating, tuttavia i traders devono tener presente che questi giudizi non possono essere completamente esaustivi per analizzare i debiti sovrani dei Paesi, né per avere un quadro completo dell'andamento del mercato finanziario delle valute. Per questo è sì bene che chi opera nel Forex stia attento ai giudizi delle agenzie di rating, senza però trascurare gli altri strumenti di valutazione del mercato finanziario che il Forex richiede.