Dalla commissione Industria in questi giorni impegnata nella valutazione degli emendamenti sul decreto liberalizzazioni è arrivata una buona notizia per i pensionati: il conto corrente per le pensioni sotto i 1500 euro sarà gratuito. Il via libera a questo provvedimento è arrivato già nella giornata di ieri, segno dell'intesa dei rappresentanti di maggioranza e opposizione sull'argomento, che ha visto prevalere la proposta di Enzo Ghigo che voleva, appunto, "la gratuità delle spese di apertura e di gestione dei conti correnti di qualunque genere per gli aventi diritto a trattamenti pensionistici fino a 1.500 euro mensili".

L'approvazione di questo emendamento rappresenta il segno evidente di un tentativo da parte del Governo di venire incontro alle necessità di tutti quei pensionati che, a seguito dl decreto Salva-Italia, si sono trovati nell'obbligo di aprire un conto corrente per riscuotere la propria pensione. Le norme relative alla tracciabilità dei pagamenti hanno infatti stabilito il limite delle transazioni in contanti a 1000 euro, che riguarda anche i pagamenti della pubblica amministrazione.

Moltissimi pensionati, abituati a ricevere la propria pensione cash, si sono visti costretti ad aprire un conto corrente per ricevere l'accredito della pensione. Per limitare loro ulteriori disagi, si è quindi deciso di aumentare la soglia delle pensioni (prima era pari a 1000 euro) a cui destinare dei conti correnti agevolati. Con l'approvazione della nuova norma sembra che tutti i pensionati con pensioni sotto i 1500 euro potranno aprire un conto corrente gratuitamente, potranno avere l'accredito gratuito della pensione e tutte le operazioni di prelievo con bancomat. Altri tipi di operazioni sul conto corrente saranno invece a pagamento.

Tutti i pensionati che si trovano nella situazione di dover decidere la modalità di ricezione della propria pensione possono consultare i servizi di SuperMoney per trovare le offerte di conti correnti e di conti on line più convenienti. Nel caso in cui si voglia optare per le carta prepagata come alternativa al conto corrente per riscuotere la pensione, un buon prodotto potrebbe essere db contocarta, la nuova carta-conto lanciata da poco da Prestitempo. Si tratta infatti di una carta prepagata ricaricabile dotata di codice IBAN con funzioni molto simili a quelle di un conto corrente e con costi ridotti, che permetterebbe al pensionato di avere allo stesso tempo i vantaggi di una carta elettronica e di un conto corrente base su cui ricevere la propria pensione.