Il Forex è un mercato che offre ai suoi traders una grande libertà di azione perché non possiede un centro regolatore e perché non ha precisi confini temporali e geografici. Questa libertà permette a chi vi opera di gestire i propri investimenti in totale autonomia e indipendenza, ma si traduce anche in una grande responsabilità. Ogni traders infatti è completamente responsabile di tutti i suoi scambi, dei suoi guadagni come delle sue perdite.

Per questo motivo è bene che un trader Forex sappia valutare in ogni situazione cosa sia meglio fare, se agire o, invece, se attendere per cercare di fare la scelta migliore. Non sempre farsi prendere dall'entusiasmo può essere una buona idea: l'impulsività spesso non perdona. Un buon trader a volte deve saper aspettare per ponderare la propria strategia di trading e per cogliere l'occasione migliore che si presenta.

Ci sono almeno quattro situazioni in cui sarebbe meglio rimanere in attesa. La prima è nel momento in cui non ci si sente "in sincronia" col mercato: in questi casi è bene mettersi da parte per un po' e ripensare alle proprie mosse, perché si rischia di non comprendere l'andamento generale e quindi di non ottenere dei guadagni sui propri scambi. La seconda è quando si sta continuando a perdere: inutile accanirsi sulle proprie decisioni sbagliate. Al contrario è bene cercar di capire i propri errori e studiare un modo per correggerli. La terza situazione in cui un trader dovrebbe fermarsi è nel momento in cui non considera le proprie mosse in relazione a tutti gli scenari possibili sul mercato: la capacità di adattarsi alle tendenze in atto è fondamentale nel Forex per continuare a guadagnare. Infine, la quarta situazione è quando non si ha una precisa idea dei possibili rischi a cui si va incontro con un'operazione. Buttarsi nel mercato Forex senza troppa cognizione di cosa si sta facendo non è infatti una buona strategia di trading.