Nel mercato Forex, il 2012 sembra aprire delle importanti prospettive per le valute dei mercati dei Paesi emergenti, che in questo momento stanno ottenendo dei benefici dalla ripresa degli investimenti dei traders on line. La crescita delle valute dei mercati emergenti è iniziata già nel 2011: il peso messicano, il real brasiliano e la rupia indiana hanno infatti sorpassato le monete di alcuni dei Paesi più industrializzati al mondo. Queste monete hanno guadagnato nel corso dell'anno più del 5% nei confronti del dollaro, che ha subito numerosi crolli di prezzo negli ultimi mesi.

L'inizio del 2012 ha non solo confermato questa tendenza, ma ha mostrato degli aumenti da record. Così, mentre le valute "egemoni" come yen, sterlina e euro hanno fatto registrare a gennaio una crescita nei confronti de dollaro dell'1,5%, peso e rupia hanno visto un aumento del 7%, mentre real e rublo russo hanno ottenuto un +6% dall'inizio dell'anno.

Oltre al rialzo delle valute, anche i singoli mercati mostrano segnali di crescita: così accade in Egitto (+25%), in Ungheria (+21%) e in Turchia (+19%). Nonostante questi dati incoraggianti, però, molti mercati dei Paesi emergenti non hanno ancora sopperito alle perdite dell'anno precedente, quando gli investitori, preoccupati della situazione sul fronte europeo, hanno abbandonato la piazza di Asia e America Latina.

Il Forex è attualmente il più grande mercato finanziario a livello globale per il numero il volume di scambi tra i suoi investitori. Il Forex è anche un mercato in continua crescita, per questo è importante per i suoi investitori conoscere l'andamento e le previsioni sulle valute di tutto il mondo e non solo di quelle principali.

Dati i presupposti, gli esperti Forex, prevedono che il 2012 potrebbe essere proprio l'anno delle valute dei mercati emergenti, che già quest'anno potrebbero superare l'euro. Sarà effettivamente così? Anche se per il momento la maggior parte degli scambi nel Forex avvengono in euro, dollaro o yen, è bene che i traders guardino con estrema attenzione anche alle valute di altri Paesi, per essere in grado di capire le nuove tendenze del mercato e ottimizzare i propri investimenti.