Sapersi muovere nel mercato Forex non è un'impresa facile. Il mercato internazionale delle valute, infatti, si presenta come estremamente mobile e flessibile perché non è regolato da alcun organismo centrale. Il primo passo da fare per muoversi in maniera corretta nel Forex è la scelta di un buon broker, cioè di una piattaforma che offre servizi di Forex trading. Anche se il Forex non ha regole "centrali", questo non vuol dire che non ve ne siano totalmente. I brokers, infatti, sono sottoposti a una serie di norme che vengono stabilite dagli organismi che li gestiscono. Tra le regole è previsto che il broker debba avvertire i trader dei rischi che si corrono nell'apertura di un conto di trading. Protezioni e soluzioni offerte ai traders, invece, dipendono da Paese a Paese e da regolatore a regolatore.

Il Forex è un mercato OTC (Over the Counter), cioè un mercato in cui le negoziazioni e gli scambi avvengono fuori dai circuiti borsistici ufficiali. L'unico principio che determina la sua esistenza è l'incontro tra domanda e offerta: il Forex, quindi, "vive" degli scambi dei suoi traders e, per questo motivo, è un mercato molto più liquido rispetto a quelli regolamentati.

Le autorità regolatrici dei broker sono molto importanti nel mercato Forex, perché permettono ai trader di ottenere un ricorso legale nel caso di una controversia con un broker. La raccomandazione è che trader e operatori esteri aprano un conto con un broker che sia regolato nel loro Paese. Prima di aprire un conto di trading è anche necessario controllare che il broker abbia la licenza e sia regolato da una credibile agenzia pubblica. Tutte le agenzie di regolamentazione osservano le attività dei broker, assicurando che tutte le regole siano rispettate, garantendo al trader di gestire in tranquillità le proprie operazioni di scambio.

In Italia i broker che offrono servizi sul mercato Forex seguono le direttive della Consob e del MiFID. La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (Consob) regolamenta le compagnie che propongono servizi di investimento vigilando sulle dinamiche di offerta, per cui vigila anche sui broker Forex. Il MiFID (Markets in Financial Instruments Directive), invece, è un organismo direttivo dell'Unione Europea, fondato nel 2007. Questo organismo mira a mantenere un sistema di regole per gli investimenti nell'area euro, incrementando la competitività dei servizi di investimento tra cui anche la protezione degli investitori.