Tra pochi giorni (17 e 18 febbraio) a Parma si terrà il diciottesimo congresso di Assiom Forex, l'associazione che raggruppa in Italia i traders e i professionisti del settore. Il convegno si svilupperà in due giorni di incontri, in cui si discuterà sulla politica monetaria e sulla stabilità dell'euro. L'evento organizzato di Parma dimostra l'importanza dell'attività Assiom Forex che, come ha avuto modo di sottolineare Claudia Segre, segretario generale dell'associazione, attraverso "i lavori tecnici delle sue Commissioni, l'intensificarsi delle relazioni con le autorità monetarie e di vigilanza, l'eccellenza della sua proposta formativa e le sue pubblicazioni, offre agli operatori di mercato un continuo aggiornamento sulle tematiche relative ai mercati finanziari raccogliendo poi proposte e istanze per migliorare l'ambito operativo domestico". Il convegno di Parma, quindi, rappresenta un importante appuntamento per tutti gli investitori finanziari, tra cui anche quelli che operano nel mercato Forex.

Fulcro dell'evento sarà l'intervento del governatore di Banca d'Italia Ignazio Visco, che proprio in questa occasione terrà il suo primo discorso pubblico. Giuseppe Attanà, presidente di Assiom Forex ha affermato che "il convegno non si svilupperà su un tema specifico, anche se ci saranno importanti tavole rotonde che metteranno al centro del dibattito argomenti come la tenuta dell'euro e l'analisi dei mercati finanziari nel 2012".

In un momento in cui i mercati finanziari sembrano stare tornando in una situazione di normalità e in cui pare che il peggio sia ormai alle spalle, gli esperti saranno chiamati a intervenire sulle previsioni economiche per questo nuovo anno. In particolare si guarderà all'andamento dei tassi di interesse di rifermento e al livello generale degli spread tra titoli di Stato italiani e tedeschi, che negli ultimi mesi hanno visto un buon ridimensionamento, segno di un cambiamento politico che ha saputo convincere anche gli investitori.