Nell'ultimo anno molte famiglie si sono trovate in una situazione di vero e proprio affanno economico. Gli investimenti sono calati drasticamente e la tendenza di molti italiani è stata di puntare il più possibile al risparmio. Per questo motivo nel 2011 c'è stato un vero e proprio boom dei conti deposito. Complice di questo successo non è stata solo la crisi, ma anche gli interessi molto più alti del normale e, dall'inizio dell'anno, anche una tassazione più favorevole.

La mancanza di liquidità nelle casse delle banche si è riflessa in un'offerta sempre più ricca e accattivante per i consumatori: rendimenti netti superiori al 3% netto hanno fatto gola a moltissimi risparmiatori, che sempre più numerosi si sono orientati sui conti deposito per parcheggiare in modo sicuro i soldi che sono riusciti a mettere da parte. Secondo un'analisi di Gfk Eurisko tra giugno 2011 e gennaio 2012 sono stati aperti 800 mila nuovi conti deposito, per un valore complessivo di 3,6 milioni. Nello stesso periodo il patrimonio italiano affidato ai depositi on line e prodotti assimilabili è cresciuto da 493 a 530 miliardi, pari al 34% del Pil.

Chiristian Miccoli, amministratore delegato di Che Banca!, ha però precisato che gli effetti di questa nuova tendenza al risparmio non si sono ancora completamente dispiegati. In Francia e in Germania, la liquidità vincolata con conti deposito e prodotti simili oscilla tra i 1000 e i 2000 miliardi, per un valore che corrisponde circa al 60/70% del Pil, per cui ci si aspetta che anche il nostro mercato "possa raddoppiare le sue cifre raggiungendo il traguardo dei 1000 miliardi."

Intanto anche la tassazione dall'inizio dell'anno è dalla parte di conti deposito. Tutti coloro che hanno aperto un conto deposito da gennaio, grazie all'omogeneizzazione della tassazione, pagano il Fisco il 20% e non più il 27%. In più i conti deposito sono stati esclusi dalla mini-patrimoniale che, invece, ha toccato qualsiasi altra forma di investimento ad eccezione dei fondi pensione.

Per chi volesse aprire un conto deposito, questo appare un momento particolarmente propizio. Con la stabilizzazione dei mercati è probabile infatti che nei prossimi mesi i tassi possano scendere. Per chi dovesse scegliere tra le numerose offerte di conti deposito sul mercato, il consiglio è di utilizzare il sito di comparazione di SuperMoney, che permette di confrontare velocemente le migliori offerte di conti deposito di numerose banche.