SuperMoney
NUMERO VERDE 800 032424

Conti correnti pensionati: nella bufera delle commissioni sul credito

-

Nell'intricata vicenda delle commissioni bancarie sono rientrati anche i conti correnti gratis per pensionati. Ci saranno davvero?

immagini

Commissioni sul credito e conti correnti  per pensionati nella bufera Conti correnti. Foto: morguefile.com

Il Senato qualche giorno fa ha approvato la norma che sancisce la nullità di "tutte le clausole, comunque denominate, che prevedano commissioni a favore delle banche a fronte delle concessioni di linee di credito, della loro messa a disposizione, del loro mantenimento in essere del loro utilizzo anche in caso di sconfinamento ovvero oltre il limite del fido".

L’approvazione dell’emendamento sulle commissioni sul credito ha provocato un terremoto che ha scosso il mondo bancario e il Governo, arrivando a  coinvolgere anche la questione dei conti correnti per pensionati. La stretta sulle commissioni bancarie decisa dal Parlamento e contenuta nel decreto sulle liberalizzazioni nei giorni scorsi ha scatenato l’ira delle banche, portando alle dimissioni in blocco dei vertici dell' Abi.

La faccenda appare piuttosto delicata, tanto che in questi giorni si sta lavorando per cercare di trovare una soluzione che accontenti o, quanto meno, che non scontenti tutti. E non è tutto qui. La vicenda sembra complicarsi ulteriormente e a esserne colpiti pare saranno i pensionati. C’è il rischio, infatti, che la norma introdotta con un emendamento del Governo che prevede conti correnti gratis per i pensionati fino a 1500 euro al mese, possa essere modificata a danno  proprio di coloro che nell’intenzione iniziale dovevano essere tutelati.

La norma sui conti correnti gratuiti per i pensionati, voluta dal Governo per diminuire i disagi causati dall’obbligo della tracciabilità dei pagamenti per importi superiori a 1000 euro,come stabilito dal decreto Salva Italia, andrebbe a svantaggio delle banche, che avrebbero circa un miliardo di introiti in meno.

Gli istituti di credito, già nei giorni precedenti, avevano espresso il loro parere negativo nei confronti dei conti correnti gratis per pensionati. Dopo la norma sull’abolizione delle commissioni sulle linee di credito, la loro posizione non poteva che peggiorare.

Ad oggi la situazione appare ancora piuttosto intricata. Da una parte il Governo, messo con le spalle al muro dalle banche, avrebbe intenzione di modificare la norma sui conti correnti gratuiti e cancellare quella delle commissioni sui prestiti, tuttavia un accordo tra le parti non è ancora stato trovato. I tempi per una nuova modifica del dl sulle liberalizzazioni non ci sarebbero. La possibilità di una soluzione tramite una norma sulle banche, nel decreto fiscale che arriva in Senato questa settimana, rimane un’opzione probabile, ma ancora non sicura.

In attesa di vedere cosa accadrà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, ci si augura, come sottolineato da Gianfranco Polillo (sottosegretario all’Economia), che il nuovo provvedimento trovi un “più giusto equilibrio tra leggi del mercato e l’esigenza di non gravare con oneri aggiuntivi sugli strati più deboli della popolazione”.

 

TAG conto corrente , conto corrente on line

Cosa ne pensi? Aggiungi un tuo commento