I conti deposito nell'ultimo anno hanno avuto un successo enorme tra i risparmiatori. Il loro numero è cresciuto notevolmente, tanto che, secondo un'indagine di Gfk Eurisko, fra giugno 2011 e gennaio 2012, sono stati aperti 800 milioni di conti deposito in più, passando da 2,8 milioni a 3,6 milioni di unità. A favorire il successo dei conti deposito in questi mesi sono state alcune condizioni particolarmente vantaggiose per i risparmiatori, in primo luogo le alte remunerazioni e la riforma delle aliquote sulle rendite finanziarie che ha portato a un abbassamento della tassazione dal 27% al 20%. A queste si va ad aggiungere la semplicità di apertura dei conti deposito e la sicurezza offerta dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che copre i depositi fino a 100.000 euro.

La tendenza espansiva che ha caratterizzato questi ultimi mesi sembra destinata a proseguire anche per il prossimo periodo. "Quando si guarda al resto d'Europa - come ha sottolineato Christian Miccoli, a.d. di CheBanca! - si scopre che il mercato italiano dei depositi ha ancora ampi margini di espansione. Il valore dei depositi italiani, infatti, corrisponde al 35% del Pil, mentre in Francia è il 65% e in Germania il 72%.

In Italia il mercato dei conti deposito deve ancora mostrare a pieno la sua potenzialità. Il problema ora è nel rinnovamento dell'offerta che deve saper offrire ai clienti prodotti sempre più competitivi. In questo periodo si sta già assistendo al nuovo fenomeno del "conto deposito 2.0", con offerte speciali che mirano a garantire tassi elevati anche in caso di svincolo anticipato. Giovanni Bossi, a.d. di Banca Ifis, afferma inoltre che ci sono altri tipi di opzioni: "Occorre dare nuovi servizi alla clientela, aggiungere al deposito le funzionalità di un vero e proprio conto corrente, ma a costo zero." Nel futuro, quindi, si guarda a una convergenza di conti correnti e conti deposito. Nel nostro paese, infatti, si parcheggiano nei conti correnti circa 741 miliardi di euro, un ammontare relativamente più elevato rispetto a quanto accade all'estero.