Buone notizie per i risparmiatori italiani: si è tenuta oggi, a Roma, la conferenza stampa di presentazione del conto corrente di base, rivolto a tutti coloro che hanno un Isee fino a 7.500 euro. A partire da giugno il conto si potrà attivare in qualsiasi istituto di credito, senza pagare alcun canone annuo, né alcuna imposta di bollo.

Ideato da Bankitalia, in accordo con le Associazioni dei consumatori, il progetto risponde alla necessità di facilitare l'uso degli strumenti bancari e limitare gli acquisti in contanti, abitudine che in Italia è molto più diffusa rispetto al resto d'Europa. Come spiega il Vice Ministro dell'Economia Vittorio Grilli, "ridurre l'uso del contante significherebbe anche limitare il rischio di rapine e operazioni illecite". Il conto corrente base è, dunque, uno degli strumenti con cui il Governo si propone di accrescere la trasparenza dei pagamenti. E' prevista, infatti, anche l'istituzione di un Osservatorio permanente che avrà il compito di monitorare l'erogazione del credito, presentando ogni anno una relazione al Parlamento.

La sfida principale è quella di riuscire a coinvolgere quella porzione di popolazione maggiormente esclusa dalla pratica dei pagamenti elettronici, come i pensionati spesso sprovvisti di un conto corrente bancario o postale. E' a questi, infatti, che si rivolge principalmente l'iniziativa, mettendoli in condizione di usufruire del conto, che prevederà alcune operazioni gratuite e altre a pagamento.

In particolare, chi ha un Isee inferiore ai 7.500 euro avrà diritto a un numero illimitato di operazioni di addebito diretto nazionale o Sepa, di prelievi tramite ATM del proprio gruppo bancario e di operazioni di pagamento attraverso la carta di debito. Potrà poi prelevare contante allo sportello 6 volte l'anno evitando le commissioni e 12 volte presso bancomat di altri istituti, presenti sul territorio nazionale. Avrà diritto a 36 pagamenti tramite bonifici nazionali o Sepa, incluso l'accredito di stipendio o pensione.

Tutti coloro che invece non rientrano in queste tipologie potranno negoziare le loro condizioni con la banca. L'iniziativa, infatti, si rivolge a tutti, anche a coloro che hanno già un conto aperto.