Aprire un conto corrente bancario o postale è un'operazione davvero semplice, soprattutto con i nuovi prodotti sottoscrivibili direttamente on line e in pochi minuti. In Italia, l'offerta dei conti correnti è davvero vasta e gli utenti, in linea di massima, si ritrovano a scegliere tra due tipologie di conto per il 2012: quello con un costo fisso e quello con un costo variabile.

Il conto corrente a costo fisso prevede un canone (trimestrale o mensile), che non dipende dal numero di operazioni effettuate. Contrariamente, i conti con oneri variabili prevedono un canone che dipende direttamente dal numero di operazioni che si effettuano. Ma come si capisce quale tipologia risulti adatta alle proprie esigenze?

I conti correnti con costi variabili sono, di norma, consigliati a coloro che utilizzano di rado il conto, dal momento che meno operazioni verranno effettuate più basso sarà il canone di gestione. Al contrario, se si utilizza molto il proprio conto corrente con bonifici, accrediti e quant'altro, è meglio scegliere un canone fisso, che comprenda un numero illimitato di operazioni.

Non bisogna, inoltre, dimenticare tutti quei costi che sono relativi alle spese accessorie, come per esempio, l'imposta di bollo, pari a 8,55 euro trimestrali o l'invio dell'estratto conto. Inoltre, prima di aprire un conto corrente è sempre bene considerare i servizi di norma annessi: carnet di assegni, domiciliazione delle utenze, servizio bancomat e carta di credito (solitamente su circuiti internazionali Visa o MasterCard) e pagamento FastPay su caselli autostradali o PagoBancomat su POS.

Oggi, i conti correnti che risultano essere molto apprezzati sul mercato sono: Conto Fast di Banca Generali che ha prelievo allo sportello e bonifico on line gratuiti e un canone pari a 34,20 euro annui e il conto Webank con bonifici on line e prelievi allo sportello gratuiti per un costo annuo di 34,20 euro all'anno. Infine, segnaliamo il Conto BancoPosta Click di Poste Italiane, una vera "chicca" del mercato: costo annuo pari a 41,95 euro, pagamento di 0,75 euro per bonifici on line, un euro per prelievi allo sportello e di 2,10 euro per prelievi all'estero.