I conti deposito sono prodotti bancari che godono di una riduzione del carico fiscale sulla remunerazione, dal 27% al 20%, anche se dallo scorso gennaio è stata applicata la tassa dell'1 per mille nel 2012 che diverrà dell'1,5% nel 2013. Considerando che le banche hanno un bisogno notevole di liquidità, nonostante le "iniezioni" della Bce (Banca Centrale Europea), i depositi continuano a essere prodotti forti e vantaggiosi sul mercato e arrivano a offrire tassi d'interesse molto buoni. In questo senso, analizziamo Contoconto.it di Banca Carige, che sul web sembra essere molto apprezzato da blogger e utenti.

Contoconto.it è un deposito non vincolato, vale a dire che il cliente potrà disporre del capitale depositato in qualsiasi momento. Il tasso base, pari allo 0,25% al lordo delle imposte di legge, viene corrisposto su base annua e gli interessi vengono retribuiti il 31 dicembre. Si tratta di un conto on line, pertanto tutte le pratiche di apertura, gestione e chiusura possono essere svolte da casa, attraverso il proprio computer o lo smartphone.

I clienti possono anche decidere di vincolare Contoconto.it per 150, 300, 450 o 600 giorni a propria scelta, usufruendo di tassi d'interesse maggiori, rispettivamente il 3,25% lordo per il primo vincolo e il 4,50% per gli altri. L'unica condizione è che le somme vincolate permangano depositate per tutta la durata del vincolo in misura pari o superiore all'importo minimo vincolabile, che è pari a 5 mila euro.

E' importante sottolineare che con Contoconto.it, Banca Carige si fa carico anche dell'imposta di bollo. Una peculiarità in più che rende questo prodotto appetibile. I grandi concorrenti del deposito di Carige attualmente sottoscrivibili on line sono, senza dubbio, Conto Arancio, Rendimax di Banca Ifis e InMediolanum di Banca Mediolanum. Al consumatore non resta che l'imbarazzo della scelta.