I traders del mercato finanziario e del mercato Forex stanno vivendo dei giorni di pesante attesa. Tutti gli investitori a livello mondiale stanno aspettando di capire cosa accadrà nei prossimi mesi, soprattutto riguardo alla situazione della moneta unica. L'euro resisterà o cadrà portando con sé gli effetti di una recessione a livello globale?

Intanto i segnali del mercato delle valute internazionali non sono positivi. Oggi il cross dell'euro/dollaro negli scambi finali sulla piattaforma asiatica hanno fatto registrare il nuovo minimo degli ultimi due anni. Secondo gli esperti, nelle prossime settimane la situazione per la moneta comunitaria potrebbe anche peggiorare: da una parte c'è la preoccupazione per la situazione della Spagna e dall'altra ci sono i risultati del voto del patto fiscale in Irlanda.

Anche se ieri Christine Lagarde, numero uno del Fondo monetario internazionale, ha smentito il fatto che Madrid abbia chiesto degli aiuti finanziari al Fmi, i mercati rimangono in tensione e gli investitori appaiono in una posizione di risk-off, segno evidente del clima di pessimismo che si respira su tutti i mercati mondiali.

Nonostante il voto positivo del referendum irlandese, che dà un respiro di sollievo all'eurozona, la difficile situazione greca, l'incertezza di quella spagnola, la crescita della disoccupazione e la contrazione del Pmi manifatturiero in Cina, rimangono motivi di forte preoccupazione per i traders che tendono a diminuire la propensione al rischio.