Gli ultimi dati Istat indicano che gli italiani, nonostante le sempre maggiori difficoltà finanziarie dovute alla diminuzione del potere d'acquisto , continuano a mantenere viva la loro propensione al risparmio.

Con il reddito disponibile che continua a diminuire e il continuo aumentare della tassazione, il segno meno si legge in tutti i rapporti sui consumi e sulla richiesta di prestiti. L'orientamento al risparmio da parte delle famiglie, invece, sembra essere rimasto stabile, segno di un atteggiamento che mira alla prudenza. Al netto della stagionalità, secondo i dati forniti dall'Istat, la propensione al risparmio è stata pari al 9,2%, rimanendo invariata rispetto ai tre mesi precedenti e in aumento dello 0,4% rispetto al primo trimestre del 2011.

Ma quali strumenti prediligono gli italiani per far fruttare i propri risparmi? Certo, come individuato anche dagli ultimi dati Assofin-Crif-Prometeia, non li utilizzano per comprare casa (-47% le richieste di mutui nel primo trimestre dell'anno). I conti deposito, al contrario, rappresentano lo strumento preferito dai risparmiatori in questo periodo.

Chi ha qualcosa da parte en non ha il coraggio di investire sul mattone, ma vuole avere dei rendimenti sicuri e più immediati, può aprire presso un istituto bancario un conto deposito. Oltre a essere garantiti dal Fondo interbancario, che rimborsa fino a 100mila euro, tranquillizzando i titolari rispetto a un possibile default della banca, i conti deposito offrono dei rendimenti ancora abbastanza convenienti, soprattutto nel caso in cui si punti sui depositi vincolati. Nel caso di importi vincolati per 2 anni, infatti, ci possono essere conti deposito che offrono un rendimento lordo che arriva fino al 5%, che corrisponde a circa il 4% netto.

Per tutti coloro che non se la sentono di aprire un mutuo, quindi, i conti deposito possono essere una buona soluzione per riuscire a far fruttare i propri risparmi senza dover fare investimenti giudicati rischiosi. Per conoscere le migliori offrte di conti deposito sul mercato si può consultare il servizio di confronto di SuperMoney che permette di comparare i prodotti degi istituti più importanti sul mercato.