La maggior parte degli istituti bancari (anche online), offrono l'opportunità di investire anche piccole somme nei conti deposito. In genere tali prodotti prevedono dei tassi migliori se si vincola il denaro per una durata prestabilita (3,6,12, 24 mesi e oltre). Inoltre, rammentiamo che sul rendimento dei depositi si applica un'aliquota del 20% (dal 1° gennaio 2012 -prima era pari al 27%).

L'imposta di bollo

I conti deposito sono soggetti alla nuova disciplina sull'imposta di bollo. Il loro valore sarà tassato allo 0,1% (0,15% dal 2013) con un minimo di 34,20 euro e un massimo (per il 2012) di 1.200 euro. Alcuni istituti si fanno carico di tali oneri; è comunue sempre bene verificare sui fogli informativi cosa prevede il contratto.

Le garanzie

Come un qualsiasi conto corrente, il deposito vincolato ricade sotto il Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd). Le somme su di esso depositate sono quindi garantite fino a 100mila euro in caso di default dell'istituto. Ricordiamo che la garanzia del fondo raddoppia in caso di cointestazione.