Il conto deposito è la soluzione sicura per il vostro risparmio. La sua caratteristica principale è la possibilità di ottenere buoni rendimenti a fronte di rischi molto bassi. La condizione per rendere il conto deposito davvero remunerativo è sceglierlo con attenzione, a partire dall'opzione per la versione vincolata o non vincolata.

Vincolato o libero?
Non è un dubbio amletico, state tranquilli. La differenza è semplice: il conto deposito vincolato è quello in cui le somme versate devono rimanere "bloccate" per un periodo che varia in genere dai 3 ai 24 mesi (anche se esistono scadenze più lunghe). Il denaro depositato su un conto libero può invece essere prelevato in qualsiasi momento.

Quanto si guadagna?
Il conto deposito libero offre una rendita positiva sicuramente più alta rispetto a quella dei conti correnti, ma più bassa rispetto a quella generata dal conto vincolato. Quest'ultimo permette di arrivare anche a interessi netti annui oltre il 3,5%. Più lungo è il vincolo, più alto sarà il rendimento.

Quale conviene di più?
La risposta è: dipende dalle vostre esigenze. Se potreste aver bisogno di liquidità da un momento all'altro, ma nel frattempo volete raggranellare qualcosa in più e vi accontentate anche di poco, meglio scegliere il deposito libero. Se invece disponete di una cifra che volete dedicare solo al vostro investimento, optate per la versione vincolata. La scelta della durata del vincolo sarà condizionata, ancora una volta, dalle vostre necessità. Ricordatevi, però, che ritirare i soldi in anticipo rispetto alla scadenza contrattuale è solitamente soggetto a una penale.

Quando otterrò il mio rendimento?
In entrambi i casi, l'accredito degli interessi maturati avviene secondo le modalità stabilite nel contratto. Per i conti vincolati il versamento può essere effettuato alla scadenza naturale del vincolo, oppure in anticipo, o ancora con frequenza trimestrale, quindi fate sempre riferimento a quanto indicato sul contratto. Leggete con attenzione le condizioni relative al ritiro anticipato: alcune banche non riconoscono gli interessi maturati.

Sono sicuri?
Assolutamente sì. I conti deposito sono garantiti fino a 100 mila euro dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi. Non vi resta che affidarvi a un servizio di confronto per scegliere il conto deposito su misura per voi e iniziare a risparmiare.