Notizie negative dal Forex, dove la moneta unica europea è in discesa rispetto a tutte le principali valute, a causa dei dati negativi provenienti dalla Cina e in attesa della pubblicazione di quelli dell'eurozona. Intorno alle 08.00 di stamani l'euro è stato scambiato a 1,2983/85 dollari dai precedenti 1,3047 e a 101,45/50 yen da 102,24, mentre è in calo dello 0,39% sulla sterlina inglese.

Già nei giorni scorsi la coppia EUR/USD aveva raggiunto un minimo di 1,3031, scendendo al di sotto del supporto di 1,3069. Nonostante questa correzione ribassista, che potrebbe proseguire anche nei prossimi giorni, il trend generale rimane rialzista. Queste operazioni di vendite vanno, dunque, valutate come un'opportunità per ricaricare posizioni lunghe.

Recupera, invece, lo yen, fortemente penalizzato nei giorni scorsi dalla prospettiva che la Banca del Giappone potesse varare nuove misure espansive in occasione del consiglio di politica monetaria. Un'incertezza superata con l'approvazione del nuovo piano monetario che ha allentato la pressione sulla divisa nipponica.