Come è noto da questo mese di gennaio 2013, per i provvedimenti del Governo Monti, ai conti deposito verrà applicata l'imposta di bollo, pari allo 0,15%.

Inoltre, da questo anno è stato eliminato il limite massimo di 1.200 euro. I 34,2 euro all'anno come soglia minima da versare, invece, sono stati preservati. Ma cosa pensano gli italiani e gli istituti di questa nuova situazione?

Bisogna dire, per prima cosa, che il fatto di aumentare il bollo sui depositi (che rimangono un prodotto molto apprezzato dagli italiani) ha preoccupato non poco gli istituti che, in molti casi, provvedono essi stessi al pagamento dell'imposta mantenendo così dei profitti appetitosi per i clienti.