La mini patrimoniale, è la nuova tassa che dovranno pagare coloro che possiedono conti deposito, buoni fruttiferi postali, polizze di investimento, depositi titoli e vari altri investimenti che sono stati effettuati in banca o altrove.

L'Agenzia delle Entrate ha diffuso i dettagli di una tassazione che ha già creato molto malumore, introducendo nel documento anche la tassa che colpisce i prodotti bancari e postali come l'imposta di bollo sui conti correnti o libretti postali.

La nuova imposta di bollo sui conti depositi, passa dallo 0,10% allo 0,15% di quanto depositato, per fortuna alcune banche hanno capito l'insoddisfazione dei molti risparmiatori e hanno cercato di risolvere l'empasse proponendo conti depositi ad alto rendimento, paragonabili in termini di guadagno a quelli dei conti deposito, al fine di far pagare solo l'imposta di bollo di 34,20. Infatti L'imposta sui conti correnti non è variabile come la mini patrimoniale.

Altre banche invece si sono addirittura offerte di pagare al posto del cliente la mini patrimoniale, tra queste:

  • Conto Arancio di Ing Direct
  • La banca BCCFOR WEB, che è la versione online della Banca di Credito Cooperativo, che esenta completamente i clienti dal pagamento della tassa su tutti i suoi conti deposito (Conto Deposito Web Open, Web Closed, Time Deposit)
  • Banca IFID si assume l'onere dell'imposta di bollo sui conti deposito Rendimax First a interessi anticipati, Deposito Libero, Like e Top a interessi posticipati.
  • Privatbank paga la tassa per i conti deposito Eurodeposit
  • IBL banca per ContooSu
  • Conto deposito di You Banking Banco Popolare