La mail inizia con un proposito allettante: premiare la fedeltà dei clienti Bancoposta con una somma di 150 euro, tolta una piccola commissione per riscuoterlo.

Ovviamente si tratta di una bufala, anzi di un pericoloso tentativo di sottrarvi le password per poi accedere al vostro conto indisturbati. Sta circolando in questi giorni una mail che, ringraziandovi per la fedeltà al conto BancoPosta, vi avvisa di essere stati scelti come destinatari di un premio in denaro, invitando a cliccare su di un link per accedere al proprio conto. Naturalmente, le Poste non c'entrano nulla.

Gli utenti di internet dovrebbero ormai essere allenati a diffidare da simili inserzioni, soprattutto quando invitano l'utente a collegarsi attraverso un link per poi fornire le credenziali d'accesso. Ma rinfrescare la memoria non fa mai male, soprattutto quando si rischia un attacco ai propri risparmi. Qualche nuovo utente poco avvezzo, oppure qualcuno un po' distratto anche solo da una semplice coincidenza (magari l'aver aperto un conto proprio poco tempo fa) potrebbero sempre cascare nel tranello.

Il testo, con alcune possibili modifiche, è più o meno il seguente:

Gentile Cliente,
Mondo BancoPosta premia il suo account con un Bonus di fedeltà pari a 150,00 Euro

Il bonus le sarà accreditato nelle prossime 72 ore.
Importo bonus vinto: 149,00
Comisioni: 1,00
Importo totale: 150,00
Per ricevere il bonus è necessario accedere ai servizi online entro le 72 ore dalla ricezione di questa e-mail.

Accedi ai servizi online per accreditate il bonus fedeltà

Importo bonus accreditato sul suo conto è di 150,00 Euro
Da oggi hai un motivo in più per vivere il tuo conto BancoPosta
Un cordiale saluto
Mondo BancoPosta
Electronic Postal Certification Mark
Codice identificativo: 49283049-081517-52065571
Poste Italiane S.p.A. 2013


A parte alcuni errori grammaticali, il raggiro si può facilmente intuire dall'assenza di un riferimento preciso alla vostra persona (si viene normalmente indicati come Gentile cliente, senza altri dati personali) e dal fatto che nei destinatari della mail, accanto alla propria, vi siano diversi altri indirizzi che si differenziano dal nostro solamente per qualche lettera: la chiara indicazione dell'esistenza di un software che replica gli indirizzi mail cercando la massima pervasività possibile.

La raccomandazione è ovviamente quella di cestinare immediatamente la mail, peraltro subito segnalata come spam e con contenuto a rischio dai più avanzati provider di posta elettronica.

E ricordare come siano da trattare allo stesso modo, come peraltro Poste Italiane e diverse banche ricordino puntualmente ai propri clienti, tutte le mail che richiedano direttamente al cliente di fornire le proprie credenziali d'accesso al conto.