Investire con la garanzia del rimborso del capitale investito a fronte di un rendimento che cresce nel tempo e che, con il passare degli anni, inizia a farsi particolarmente interessante. Sono queste in estrema sintesi le caratteristiche dei buoni fruttiferi postali ventennali che per il corrente mese di marzo del 2013 sono identificati dal numero di serie "C02".

Fermo restando che è possibile disinvestire prima della scadenza, ricevendo il capitale e gli interessi maturati fino al giorno del rimborso anticipato, i buoni fruttiferi ventennali serie "C02" offrono i seguenti tassi di interesse crescenti nel tempo: l'1% il primo anno, l'1,25% il secondo, l'1,75% il terzo, il 2% il quarto, il 2,50% al quinto anno. Ed ancora il 2,75% in corrispondenza del sesto anno, il 3% il settimo, il 3,25% per l'ottavo ed il nono anno, il 3,50% il decimo, il 3,75% l'undicesimo, il 4% il 12-esimo anno.

E poi il 4,25% al 13-esimo anno di possesso del buono fruttifero postale ventennale, il 4,50% al 14-esimo anno, il 4,75% dal 15-esimo al 17-esimo anno, il 5,50% dal 18-esimo e fino al 20-esimo ed ultimo anno. I buoni fruttiferi postali, lo ricordiamo, sono emessi dalla Cdp, Cassa Depositi e Prestiti, e sono distribuiti in esclusiva da Poste Italiane attraverso gli Uffici postali oppure online in forma dematerializzata.