Sarebbero dovuti scattare ad aprile i controlli sui conti correnti e i conti disposto cosi come era stato stabilito dal decreto legge "Salva Italia" che successivamente è stato convertito nella legge n. 214/2011, ma la notizia è che questi controlli saranno effettuati a partire dal mese di ottobre.

Infatti entro il 31 ottobre il Fisco potrà spiare nei conti correnti dei cittadini italiani, venendo a conoscenza cosi dei saldi e dei movimenti dei conti correnti tutto questo grazie alle informazioni che circa 13.000 operatori finanziari tra Banche, Poste, intermediari, società di gestione del risparmio, saranno obbligati a trasmettere in modo da poter scoprire i "grandi evasori" attraverso appositi accertamenti fiscali. Nei prossimi giorni infatti il Direttore dell'Agenzia delle Entrate dovrebbe firmare un provvedimento che farà entrare in azione l'Anagrafe del Fisco sui conti correnti.

Inoltre è previsto salvo non si verificheranno ulteriori modifiche o rinvii un calendario che prevede le seguenti scadenze:entro il 31 ottobre 2013 verranno trasmessi i dati che si riferiscono al 2011;entro il 31 marzo 2014 verranno trasmessi i dati relativi al 2012.

Tutti gli operatori finanziari come banche, poste italiane ecc, avrsnno l'obbligo di precisare nelle movimentazioni comunicate i dati relativi ad ogni tipo di rapporto.Ad essere analizzati dal Fisco saranno in modo particolare i conti correnti,conti deposito titoli e obbligazioni,gestioni patrimoniali,rapporti fiduciari,carte di credito o debito,operazioni extra-conto,cassette di sicurezza,certificati di deposito e buoni fruttiferi,contratti derivati,polizze assicurative,acquisto e vendita di oro e altri tipi di metalli preziosi non verranno invece presi in considerazione i finanziamenti e i fondi pensione.

A seguito dell'intervento del Garante della Privacy, che ha invitsto ad attuare "misure di sicurezza, di natura tecnica e organizzativa", è stato stabilito che gli operatori finanziari per poter comunicare i dati devono registrarsi sul sito dell'Agenzia delle Entrate e ussre il sistema Sid, attraverso il Ftp la nuova piattaforma di file transfer protocol. Entro i 20 mb è possibile comprimere il file e utilizzare la posta elettronica certificata cosiddetta PEC.I dati vengono conservati fino al sesto anno successivo all'accertamento entro il 31 dicembre e poi vengono cancellati automaticamente.