Quando si parla di Forex bisogna ricordare che stiamo disquisendo del più grande mercato finanziario internazionale. Quotidianamente in tale ambito si registrano scambi che vanno al di là dei 4mila miliardi di dollari. Se ancora non aveste chiaro la proporzione, vi aggiungo che la cifra equivale a oltre il doppio del Pil italiano! Cercare di guadagnare soldi investendo nel Forex non solo è lecito e consentito ma è anche relativamente facile a patto che si conoscano determinati meccanismi che favoriscono tale impresa.

Gli esperti indicano in tre macro categorie le modalità di analisi dell'andamento delle valute. Poiché nel forex si agisce acquistando una valuta e vendendone un'altra sempre relazionata ad essa (esempio compro euro, vendo dollaro o viceversa) grazie a queste tipologie di riferimenti, si può infilzare la dritta giusta per seguire il flusso che al momento genera vantaggi. Tuttavia non dimenticate mai che la volatilità, in tale ambito, non è una regola, è la norma e quindi quel che va bene in un certo lasso di tempo può ribaltarsi al pari del vento che soffia sulle onde del mare, qualche breve tempo dopo.

I tre metodi cui desidero parlarvi in questo breve articolo sono: l'Analisi Fondamentale, l'Analisi tecnica, l'Intermarket. Nel primo caso si tratta lo studio degli elementi fondamentali che influenzano l'economia dei Paesi e quindi gli impatti che determinano e influenzano la loro economia. La diffusione di notizie che provengono da Pil, disoccupazione ed altri indicatori economici come le scelte delle banche centrali influenzano moltissimo e determinano andamenti più o meno positivi.

Nel secondo caso le previsioni si basano sulle oscillazioni e sulle variazioni che si ottengono direttamente nel mercato Forex. L'osservazione dei grafici consente di individuare le tendenze rialziste o ribassisste permettendo di cavalcare le onde relative alle singole divise che sono oggetto di compravendite e di scegliere come operare. Per la definizione del trend ci si rifà all'esame di concetti come le configurazioni grafiche e gli oscillatori.

Nel terzo ed ultimo caso, l'Intermarket, si studia la correlazione tra tutti i mercati finanziari e all'interno come si dispongono i singoli cross valutari. Si verranno così a scoprire legami tra valute e commodity che potranno essere di grandissima utilità per intuire un eventuale crollo del dollaro, per esempio, generato da un aumento del petrolio o dell'oro. I legami tra valute e materie prime sono complessi e fanno riferimento ai rapporti interforze tra le varie monete.

Prima di dedicarvi al vostro shopping nel forex, ricordate sempre la massima prudenza e soprattutto di aumentare le vostre conoscenze. Un trader che non ignora ha più chance di quello che si addentra come uno sprovveduto in questo grande mare di scambi di valute.