L'Unione Europea si sta muovendo sul fronte dei conti correnti già da parecchio tempo: non stiamo parlando di prelievi forzosi come a Cipro, ma di una serie di iniziative legislative e direzionali per riuscire ad uniformare standard e costi dei conti correnti in tutti i paesi, così come rendere più facile la trasferibilità del conto da una banca all'altra, sia all'interno di uno stesso paese sia tra paesi diversi dell'UE; purtroppo però, come spesso accade, osservata speciale è l'Italia.

Come spesso si legge, in Italia molti servizi sono più cari che nel resto d'Europa ed il conto corrente non fa eccezione: i costi dei conti ma anche la minor trasparenza nell'informazione e le difficoltà di confronto tra le proposte delle diverse banche, possibile solo grazie ai comparatori online, sono gli ostacoli che hanno portato alla situazione attuale, cioè con 15 milioni di residenti in Italia privi di un qualsiasi conto (in Europa il totale è di 58 milioni).

Con particolare riguardo alla situazione italiana, ma non solo, i vertici finanziari dell'Unione Europea si stanno muovendo per dare più omogeneità tra i vari paesi sotto diversi aspetti: è di questi giorni la direttiva di Michel Barnier, commissario ai mercati finanziari, elaborata con l'ausilio di Tonio Borg, responsabile dei consumatori Tonio Borg, che contiene delle richieste alle banche per più trasparenza, più informazioni, una più facile trasferibilità dei conti correnti.

Lo scopo è chiaro: favorire una maggiore concorrenza e ridurre così i costi dei conti correnti; per questo si chiede che le banche forniscano una documentazione semplice, redatta con un linguaggio comune, contenente una serie minima di documenti e con una chiara lista dei servizi prestati e delle loro spese. Inoltre, si chiede che si riducano radicalmente i tempi per la trasferibilità del conto corrente: se in Italia siamo a 191 giorni contro i 137 di media europea, l'UE vuole che si scenda ovunque a 15 giorni per la portabilità all'interno di uno stesso paese o al massimo a 30 se trattasi di conto corrente estero.