Pagare le tasse è importante, ma bisogna sapere anche come fare e restare aggiornati sulle modifiche dei regolamenti. Magari una volta ogni tanto sarà possibile dare respiro ai nostri conti.

La notizia è che è stata prorogata la presentazione ai Caf e commercialisti del modello 730 e relativa documentazione. La scadenza non è più il 31 maggio ma il 10 giugno. Per gli intermediari fiscali, Caf e commercialisti, dal 17 giugno 2013 slitta al 24 giugno, rinviata anche la trasmissione dei modelli e del risultato contabile dal 30 giugno all'8 luglio.

Chi invece si è avvalso del sostituto d'imposta (datore di lavoro o ente erogatore trattamento previdenziale), dovrà ricevere copia della dichiarazione e prospetto di liquidazione entro il 14 giugno e non più entro il 31 maggio.

Per l'Unico 2013, la situazione è più complessa a parte la questione dipendente dall'Imu i cui tempi si sono allungati per questioni tecniche del sistema di valutazione degli Studi di settore, Gerico.

Il governo sta valutando seriamente di prorogare dal 17 giugno all'8 luglio la presentazione del modello, senza maggiorazione e lo slittamento della seconda scadenza, dal 9 luglio che verrebbe fissata al 20 agosto, con la maggiorazione dello 0,40%.

Per il modello Unico 2013 la scadenza è entro il 30 settembre per chi sceglie la via telematica, sia che lo faccia direttamente il contribuente con l'uso dei sistemi informativi dell'Agenzia delle Entrate sia con l'ausilio di un intermediario autorizzato (commercialista, CAF), invece i contribuenti per cui è prevista la possibilità di presentare il modello in formato cartaceo presso l'ufficio postale, la scadenza decorre da 2 maggio al 1° luglio 2013.

L'uso del modello Unico Pf è previsto per i seguenti contribuenti:

  • coloro che nel 2012 hanno percepito redditi d'impresa, anche in forma di partecipazione, redditi di lavoro autonomo titolari di partita IVA, redditi "diversi" esclusi dal modello 730, plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate o non qualificate in società residenti in Paesi o territori a fiscalità privilegiata, i cui titoli non sono negoziati in mercati regolamentati, redditi provenienti da "trust", in qualità di beneficiario;
  • coloro che nel 2012 e/o 2013 non siano residenti in Italia
  • coloro che nel 2012 hanno percepito redditi di lavoro dipendente erogati esclusivamente da datori di lavoro non obbligati ad effettuare le ritenute d'acconto
  • collaboratori familiari e altri addetti alla casa
  • coloro che devono presentare anche una delle dichiarazioni: IVA, IRAP, Modello 770 ordinario e semplificato
  • coloro che devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti
  • coloro che hanno redditi da contratto a tempo indeterminato, il cui rapporto di lavoro, al momento della presentazione della dichiarazione al Caf o al professionista abilitato, è cessato (sempre che non si conoscano i dati del nuovo sostituto d'imposta che potrà effettuare i conguagli)

Alcuni contribuenti che utilizzano il modello 730 potrebbero avere la necessità di presentare alcuni quadri del modello Unico Pf:

  • il quadro RM, dai contribuenti proprietari o titolari di altro diritto reale su immobili situati all'estero o titolari di attività finanziarie all'estero, per il calcolo dell'imposta sul valore degli immobili situati all'estero (IVIE) e dell'imposta sulle attività detenute all'estero (IVAFE)
  • il quadro RT, per dichiarare alcune plusvalenze finanziarie
  • il quadro RW, per gli investimenti all'estero e le attività estere di natura finanziaria, detenuti al 31 dicembre del 2012, nonché i trasferimenti effettuati, relativi al 2012, per un importo complessivo superiore a 10.000 euro