Dal 27 Maggio scorso è possibile pagare la Tares (la nuova tassa sui rifiuti e sui servizi) mediante modello F24.

Per evitare eventuali problemi derivanti dal mancato allineamento dei sistemi informatici delle banche, poste ed agenti della riscossione, l'Agenzia delle Entrate consiglia che, per i modelli di pagamento F24 presentati fino alla data del 30/06/2013, è necessario barrare la casella "ACC" che è possibile trovare nella sezione "Imu ed altri tributi Locali" .

Credo sia opportuno indicare quindi i codici da utilizzare per versare questo tributo che sicuramente non riscuote la simpatia dei contribuenti che non hanno certo piacere di attingere ai propri conti.

Come versare la Tares - I codici tributo da utilizzare

Il tributo è articolato in due voci distinte:

  • la componente tassa a copertura integrale del costo del servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati agli urbani
  • la maggiorazione riferita ai servizi indivisibili resi dal Comune (es: illuminazione pubblica, semafori, polizia e sicurezza, ecc.)

Il tributo è dovuto da chiunque possieda, occupi o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.
Il tributo è dovuto da coloro che occupano o detengono i locali o le aree scoperte con vincolo di solidarietà tra i componenti del nucleo familiare o tra coloro che usano in comune i locali o le aree stesse.
In caso di utilizzi temporanei di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, il tributo è dovuto soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, superficie.

Il codice da utilizzare per versare la Tares è 3944, mentre per la tariffa occorre utilizzare il codice 3950; la maggiorazione richiede il 3955.

I codici devono essere indicati nella sezione "Imu e altri tributi locali" , indicando il codice catastale del Comune dove sono ubicati gli immobili, indicandone il numero nell'apposita casella.

Nel campo "rateazione/mese rif." andrà riportato il numero della rata e nel campo "anno di riferimento" andrà indicato l'anno d'imposta a cui si riferisce il pagamento.