Sembra un sogno che dopo una lunga agonia diventa realtà: secondo alcune indiscrezioni il capo economista Andreas, avrebbe annunciato, che per far ripartire l'economia mondiale, la Fed - Federal Reserve, è pronta a comprare Btp e Titoli di Stato italiani e spagnoli, in quanto la Banca centrale americana non avrebbe più la pazienza di aspettare le prossime mosse delle autorità europee, ancora divise su molte questioni chiave.

Così gli americani avrebbero preso la decisione di dare una scossa all'economia stagnante e in forte depressione europea, attraverso l'operazione di compressione artificiale dei tassi d'interesse, e mettendo in circolazione disponibilità liquide di oltre 20 mila miliardi, facendo così salire le quotazioni di Bonos e Btp dei Piggs.

Forse anche questa volta sarebbero gli americani a salvare l'Italia e i Piggs dell'area euro, dalla grave recessione e dall'emergenza finanziaria.

L'evento economico entrerebbe nella storia, come ha dichiarato Andreas Hoefert, economista della banca, secondo cui l'intervento della Fed in aiuto dei Paesi finanziariamente più fragili dell'area euro potrebbe essere l'unica via per uscire dalla crisi. Hoefert, riferendosi al discorso del 2002 di Ben Bernanke, capo economista dell'Ubs, a cui scadrà il mandato a gennaio 2014, ha dichiarato che l'operazione finanziaria potrebbe far scendere lo spread tra Btp e Bund dagli attuali 250-260 punti a un livello di 130-140 punti base, con la speranza di innescare un ciclo virtuoso di ripresa dell'economia e degli investimenti, liberando i Piggs dal peso della pressione fiscale della Bce.

Proprio nel discorso il capo economista aveva spiegato che l'unica possibile arma potente ed efficace per contrastare la grave recessione europea, potrebbe essere la Fed, dichiarando che: "La Fed ha l'autorità per acquistare sia debito pubblico straniero sia debito pubblico nazionale. Nulla può fermare la Fed dal fare il lavoro che la Bce si rifiuta di fare o accetta di fare solo in cambio di una stretta fiscale ancora maggiore nei Paesi periferici: acquistare i titoli di Stato di Spagna, Italia e altri Paesi per allentare le condizioni monetarie di tali nazioni".

Ad ogni modo l'economista della banca ha anche sottolineato che un tale intervento avrebbe un "Potenziale impatto su una serie di mercati finanziari, compreso il mercato dei cambi" e ha sottolineato che l'ipotetica operazione potrebbe far venire finalmente allo scoperto la Bce, mettendola di fronte al fatto che la forte depressione europea autoindotta, ha effetti sulla ripresa di tutta l'economica mondiale, e che la Fed in aiuto dei Paesi periferici Ue, denominati Piggs dell'area euro, potrebbe essere l'unica via per uscire da questi anni di recessione senza fine.