Ai lavoratori dipendenti e assimilati che hanno percepito nel 2012 un reddito al netto dei contributi previdenziali inferiore a 8000 euro, spetta una detrazione IRPEF annua pari a 1840 euro. Questa detrazione, rapportata ai giorni lavorati, viene riconosciuta direttamente in busta dal datore di lavoro ma in alcuni casi il lavoratore fruisce di un beneficio fiscale inferiore rispetto a quanto spettante. E' ad esempio il caso di chi nel 2012 ha lavorato solo per alcuni mesi. Quindi attenzione alle regole e occhio ai conti.

Vediamo l'esempio di un collaboratore a progetto che nel 2012 ha lavorato per soli 3 mesi. Il CUD 2013 presenterà, ad esempio, i seguenti campi compilati:

  • punto 1: 5000 euro (reddito percepito al netto dei contributi previdenziali);
  • punto 3: 90 (giorni lavorati);
  • punto 5: 696 euro (IRPEF trattenuta, pari alla differenza tra il punto 101 e il punto 107);
  • punto 6: 75 euro (addizionale regionale trattenuta);
  • punto 101: 1150 euro (IRPEF lorda);
  • punto 107: 454 euro (detrazioni riconosciute)

La detrazione riconosciuta dal datore di lavoro è rapportata ai giorni lavorati ed è pari quindi a 1840 / 365 * 90 = 454 euro ma poiché il lavoratore non ha intrattenuto nel 2012 altri rapporti di lavoro avrebbe diritto ad una detrazione garantita pari a 1380 euro, come precisato nelle istruzioni del modello Unico 2013. Potrà recuperare questa detrazione presentando il Mod. Unico PF tramite CAF, intermediario abilitato o l'Agenzia delle Entrate, entro il 30 settembre.

In particolare l'importo recuperato sarà pari a 771 euro, cioè a tutte le imposte trattenute dal datore di lavoro (696 IRPEF più 75 euro di addizionale regionale).