Un conto corrente per aiutare Stefano, il ragazzino di 13 anni caduto dal tetto di una scuola di Modica (Ragusa) il 9 Marzo scorso per recuperare un pallone. È l'idea del sindaco uscente, Antonello Buscema, per sostenere la famiglia del ragazzo che adesso si trova ricoverato presso un centro chirurgico di Rimini.

Dopo un primo periodo di coma, Stefano ha subito un delicatissimo intervento chirurgico, gli è stata asportata la milza e ricostruito il bacino. Le sue condizioni restano comunque gravi e Stefano ha bisogno ancora di cure, per questo il primo cittadino di Modica ha deciso di aprire un conto corrente presso il Credito Cooperativo Contea di Modica intestato alla madre del ragazzo, Rosalba Bagleri. Il numero del conto dove tutti posso indirizzare il proprio piccolo grande contributo è: IT42 J071 OO84 4800 00000001 887.

Il primo cittadino è convinto del grande senso di solidarietà dei ragusani e non solo. Il caso di Stefano ha commosso un'intera comunità, adesso occorre aiutarlo nella sua lotta per la vita. Stefano ha subito l'intervento presso l'Ospedale Garibaldi di Catania, i medici sono intervenuti non appena il ragazzo si è svegliato dal coma. Adesso il viaggio a Rimini in un centro specializzato; la famiglia ha bisogno di un sostegno morale ed economico, una richiesta prontamente accolta dal sindaco di Modica per cercare di dare un lieto fine ad una brutta storia. Era un normale pomeriggio in cui Stefano stava giocando a calcio con gli amichetti, poi la palla è finita sopra il tetto di una scuola in costruzione e il tentativo di riprenderla si è trasformato in tragedia.