La Posta Italiana ha emesso un buono fruttifero Postale L01 BFP risparmi nuovi che presenta delle peculiarità che ci possono consentire di mettere nei nostri conti qualche risparmio. La sottoscrizione di tali buoni è consentita esclusivamente attraverso l'utilizzo di somme che rappresentino "Nuova liquidità". Per nuova liquidità si intendono tutte quelle somme che non provengano dal rimborso anticipato di buoni fruttiferi postali rispetto alla loro scadenza contrattuale, effettuato nei novanta giorni antecedenti la data di sottoscrizione del BFP risparmi nuovi, oppure libretti di risparmio Postale recanti la medesima intestazione o cointestazione con riferimento al saldo recato dal libretto al novantesimo giorno antecedente la data di sottoscrizione del BFP risparmi nuovi.

I BFP risparmi nuovi hanno una durata massima di tre anni dalla data di sottoscrizione e sono liquidati, in linea capitale e interessi alla scadenza del terzo anno. Ai BFP risparmi nuovi è riconosciuto un tasso effettivo annuo netto pari al 1,01%. I coefficienti per la determinazione dell'importo lordo e netto sono presenti nella tabella allegata al foglio informativo. Il tasso effettivo annuo netto si colloca intorno al 2%. Va ricordato che non sono corrisposti interessi per i BFP risparmi nuovi rimborsati prima della scadenza del primo anno dalla data di sottoscrizione. I BFP risparmi nuovi non possono essere dati in pegno. I BFP dematerializzati possono essere sottoscritti per tagli da 250 euro e multipli. Gli altri in tagli da 50 euro e multipli, sottoscrivibili e rimborsabili presso tutti gli uffìci postali.