Vista la situazione economica attuale, molti piccoli risparmiatori hanno rinunciato agli esili interessi bancari sul conto corrente e hanno scelto, senza correre particolari rischi, di investire con un conto deposito. Si tratta di una forma di investimento sicura, che può anche diventare una vera e propria forma di guadagno per il correntista.

Come si legge sul sito di Altro Consumo, l'apertura di un conto deposito può garantire, senza troppi rischi, un guadagno superiore rispetto ai tassi offerti su conto corrente. Partiamo col dire che il conto deposito non è altro che un conto nel quale l'investitore deposita le sue liquidità e riceve un guadagno economico.

Sul mercato possiamo trovare due forme diverse di conto deposito, ognuna indicata per un determinato profilo di risparmiatore. I due tipi di conto deposito sono i seguenti:

Conto deposito libero

In questo caso le cifre versate possono essere prelevate in qualsiasi momento, senza subire penalizzazioni sul rendimento del capitale. Il vantaggio è che il proprio capitale non è vincolato e resta sempre a disposizione del sottoscrittore. In questo caso le banche offrono dei tassi di interesse leggermente inferiori rispetto a quelli offerti con il conto deposito vincolato.

Conto deposito vincolato

In questo caso le cifre depositate vengono vincolate per un determinato periodo di tempo, a tutto vantaggio di un tasso di interesse nettamente maggiore. Solitamente questo tipo di conto deposito è in grado di offrire dei guadagni decisamente superiori rispetto a quelli offerti dai normali conti correnti. Il vincolo temporale può essere di pochi mesi fino a qualche anno, in modo da permettere all'investitore di organizzare il proprio capitale e il conseguente guadagno.

Prima di scegliere quale sia il tipo di conto deposito più indicato alle proprie esigenze, è buona regola quella di determinare quali sono le proprie necessità. Ovvero, se si tratta di somme di denaro che sicuramente non ci serviranno a lungo termine, conviene sfruttare i tassi di interesse più alti garantiti dai depositi vincolati.

Se, invece, il capitale investito è la sola nostra fonte e sappiamo che potremmo avere bisogno di attingervi, allora è meglio accontentarsi di un tasso inferiore ma avere la possibilità di prelevare i nostri soldi in qualsiasi momento senza essere penalizzati.

I conti deposito sono sicuri? Sono in molti i consumatori che si pongono questa domanda e, per sfatare inutili apprensioni, bisogna ribadire che gli investimenti, fino alla soglia di 100mila euro, sono tutelati dal Fondo Interbancario di tutela dei depositi. Nell'evenienza, già abbastanza remota, che la Banca fallisca, al correntista verrà restituito il capitale versato fino alla soglia dei 100mila euro.